Men

Gentlemen di polso

Davide Passoni
23 giugno 2015

Copertina

In questi giorni di Milano Moda Uomo, nei quali il capoluogo lombardo è percorso in lungo e in largo da bellissimi modelli e popolato da sfilate ed eventi glamour, per l’uomo tenere il tempo precisamente per non mancare agli appuntamenti è indispensabile. Meglio, allora, farlo con un orologio che ne rispecchi la personalità.

Per questo motivo, abbiamo immaginato il nostro personalissimo podio di orologi maschili da “abbinare” a Milano Moda Uomo. Un esercizio di stile, per realizzare il quale ci è piaciuto immaginare tre uomini diversi e tre diverse personalità, intente a declinare gli appuntamenti fashion secondo i loro gusti e, perché no, i loro capricci.

de-Grisogono

de Grisogono New Retro

Quando la maison ginevrina sforna un nuovo orologio, bisogna sempre togliersi il cappello. Per presentare il suo New Retro, de Grisogono ha scelto proprio Milano Moda Uomo, con un cocktail evento in cui questo segnatempo si è trovato perfettamente a proprio agio. Un’atmosfera elegante, che riportava agli Anni Cinquanta cui il New Retro si ispira, con la cassa rettangolare a ricordare il quadrante delle vecchie sveglie e la corona di carica a ore 12, a ribadire con forza il concetto. Un orologio da guardare, indossare e, soprattutto, toccare. Perché, come ricorda Fawaz Gruosi, il padre di de Grisogono, “mentre riflettevo sulla forma perfetta da dare a questo nuovo orologio, stavo tenendo il mio portasigarette nelle mie mani. Improvvisamente l’ho guardato e, mentre le mie dita correvano sulla sua superficie, ne percepivo tutta la sottigliezza, delicatezza e sinuosa linearità. Una sensazione che subito mi ha ricordato l’infanzia e i ciottoli lisci con cui giocavo… Così è nata l’estetica tattile di New Retro che lo rende estremamente accattivante”.

Per gentlemen contemporanei. Medaglia d’oro.

Panerai

Officine Panerai Radiomir 1940 GMT Oro Rosso

Dici Panerai e pensi al rigore militare che è nel dna della maison; ma non puoi non pensare a come, questo rigore, si unisce a una ricerca estetica e materica costante, per mantenere nel solco della tradizione cronografi e segnatempo che, pur nel leitmotiv di forme e design, sanno sempre rinnovarsi. E Panerai, a partire dalle generose dimensioni della cassa (47 mm), è l’orologio maschio per eccellenza che, come nel caso del Radiomir 1940 GMT Oro Rosso, sa unire il vezzo del materiale che non t’aspetti (l’oro rosso), al godimento meccanico dato dal retro della cassa, aperto per mostrare le finiture del calibro P.3001/10, a carica manuale con tre giorni di riserva di marcia e indicatore della carica residua visibile sul lato fondello. Un segnatempo che accontenta il lato razionale e quello passionale del cultore d’orologi.

Per gentlemen dalla doppia anima. Medaglia d’argento.

Hamilton

Hamilton Khaki Navy Pioneer Auto Chrono

A proposito di storia, di marina militare e dintorni, il terzo gradino del podio è occupato da questo elegante crono firmato Hamilton. Ispirato ai cronometri da marina prodotti da Hamilton negli Anni Quaranta ma rivisitato secondo le esigenze di eleganza sportiva ricercate dall’uomo contemporaneo, nell’Hamilton Khaki Navy Pioneer Auto Chrono batte il movimento H-21 che gli garantisce 60 ore di riserva di carica. Se una volta, dai cronometri della Marina americana realizzati da Hamilton durante la seconda Guerra Mondiale potevano dipendere le delicate sorti di un’azione militare, oggi le responsabilità che questo segnatempo si accolla sono molto meno gravose. Ma per un uomo, perdere un appuntamento per colpa di un orologio mal funzionante, può essere disastroso come perdere una battaglia.

Per gentlemen che amano la tradizione. Medaglia di bronzo.


Potrebbe interessarti anche