Beauty

Get the Look: Silvana Pampanini

Giovanna Lovison
11 gennaio 2016

1. Silvana Pampanini

Ci ha lasciati alla bellezza di novant’anni ma sarà per sempre ricordata per la sua bellezza senza tempo. Silvana Pampanini è stata una delle dive degli anni ’50, stupenda nei lineamenti e nel suo fisico ultra femminile. Miss Italia nel 1946 è stato il suo trampolino di lancio verso una carriera nel cinema italiano, che non vorrà mai abbandonare nemmeno quando le proposero Hollywood. Vogliamo ricordare Silvana così, con le dritte per ricreare il suo beauty look iconico, estremamente elegante e raffinato.
Negli anni ’50 le pellicole erano girate principalmente in bianco e nero ed il trucco delle attrici si concentrava su sguardo e labbra. L’intera palpebra di Silvana veniva resa uniforme con un ombretto del colore dell’incarnato mentre la piega veniva messa in evidenza con un ombretto grigio-marrone per dare profondità, definizione e creare l’illusione di un occhio più grande. Neanche a dirsi, le polveri erano tutte tassativamente opache per creare un gioco di luci ed ombre. Che palette potrebbe funzionare meglio a questo scopo se non la Naked Basics di Urban Decay che contiene tutto il necessario? La vera star dello sguardo, però, è l’eyelinera coda di rondine”. In pratica, si disegnava una riga di eyeliner di medio spessore a partire dall’angolo interno dell’occhio fino all’esterno, per terminare con una coda decisa ed affilata. Lo stesso si faceva lungo la palpebra inferiore, seguendo le ciglia per i tre quarti della lunghezza e allungandosi poi all’esterno, con una codina più corta e sottile che segue l’inclinazione di quella superiore. Il prodotto migliore per riprodurre questa tecnica è l’eyeliner in gel perché molto più versatile.

2. Silvana Pampanini

Il Lasting Drama Gel Eyeliner di Maybelline è intenso ed opaco e non ha nulla da invidiare ai suoi cugini più costosi. Per disegnare tratti precisi ed affilati come artigli, poi, è fondamentale avere il pennello giusto: lo Zoeva Fine Liner Brush 315 ha le setole della giusta flessibilità e un’angolatura tale che vi sembrerà un gioco da ragazzi. Anche le sopracciglia meritano cure particolari. Silvana le portava scure, ad ala di gabbiano e con la parte iniziale più spessa rispetto alla coda. Matite e gel volumizzanti sono perfetti per ottenere questo risultato. Con una mina sottile e precisa come quella della Matita Sopracciglia Retrattile Waterproof di Sephora potete disegnare ogni singolo peletto ed ottenere un risultato naturalissimo, mentre con il mascara colorato e volumizzante Just Browsing Brush-On Styling Mousse Clinique renderle più piene.
Per quanto riguarda le labbra, vi siete mai chieste da cosa fosse ispirato l’attualissimo trend delle ombre lips? In pratica, Silvana utilizzava tonalità diverse per colorare le labbra e creare l’illusione di una bocca più carnosa. L’ideale è tracciare il contorno delle labbra con una matita di un tono più scura, sfumandola verso l’interno, riempire le labbra con il rossetto desiderato ed aggiungere una tonalità simile ma appena più chiara e al centro delle labbra per creare luce e volume. Per un look più naturale provate il trittico M.A.C. Cosmetics composto dalla matita Mahogany ed i rossetti Creme in Your Coffee e Modesty. Se, invece, volete ricreare il look che la Pampanini adorava indossare sul red carpet, bisogna puntare sul rosso. Matita 24/7 Glide On Lip Pencil in 69 per il contorno e i due Matte Revolution Lipstick in Temper e Tilt. Tutto Urban Decay. Per quanto riguarda l’incarnato, è semplice. Pelle di porcellana con un fondotinta ad alta coprenza e matte come il Double Wear di Estée Lauder e una cipria traslucida come la HD di MUFE.
Ciao Silvana, sei stata splendida.


Potrebbe interessarti anche