Tentazioni Glassate

Gigli in pasta di zucchero

Francesca Romana Bartoli
14 luglio 2014

giglio

Ormai è da tanto che mi seguite, quindi oggi voglio proporvi una sfida abbastanza impegnativa. Vi mostrerò come realizzare un realistico giglio in pasta di zucchero. Un po’ di pazienza, un pizzico di delicatezza e il simbolo per eccellenza di Firenze sboccerà tra le vostre mani. Bando alle chiacchiere, tutti all’opera!

Ingredienti per 1 giglio:
100 gr di gum paste bianca
20 gr di gum paste verde chiaro
Cutter per il lilium
Fil di ferro per i fiori n° 28 e uno più spesso a vostra scelta
Mattarello
Margarina
Zucchero a velo
Ball tool
Tappetino per i fiori
Pennello
Cacao
Colorante in polvere giallo
Colorante in polvere verde chiaro

Tempo di preparazione: 1 h

Procedimento:
La gum paste è una pasta più secca e molto più elastica della classica pasta di zucchero. Per renderla più morbida dobbiamo lavorarla con un po’ di margarina per impedire che si incolli alle mani. Quando sarà elastica a sufficienza, andiamo a stenderla sottilissima con l’aiuto dello zucchero a velo. Tagliamo 12 petali e mettiamoli da parte dentro ad una bustina per far sì che non si secchino. Inumidiamo un petalo, mettiamo esattamente al centro, e per tutta la lunghezza, il fil di ferro più sottile e sovrapponiamo un altro petalo. Facciamoli aderire delicatamente con le mani e quando si saranno ben assemblati assottigliamo i bordi con il ball tool fino ad ottenere un effetto ondulato. Incurviamo il fil di ferro con estrema delicatezza e lasciamo seccare. Con questo procedimento realizziamo sei petali.
Prepariamo i pistilli. Ricopriamo il fil di ferro più grande con la pasta verde, lasciandola un po’ più spessa all’estremità che andremo ad incidere con un coltello per formare una croce e spolveriamo con un po’ di cacao. Copriamo anche altri 6 fil di ferro più sottile per realizzare i pistilli laterali: l’estremità la copro con un pezzetto orizzontale di pasta, sempre verde, che vado a sporcare con un po’ di cacao. Lasciamo seccare.
Passiamo adesso a colorare i petali: con del colorante in polvere giallo spolveriamo la parte bassa del petalo e la parte centrale. Cercate sempre di utilizzare poco colore perché l’effetto deve essere realistico e naturale. Terminata la sfumatura del giallo, passiamo al verde chiaro soltanto nella parte bassa.
Adesso non resta che assemblare: attorno al pistillo più grande leghiamo con il nastro verde i pistilli più piccoli. Quando saranno ben saldi avvolgiamo tre petali abbastanza distanti tra loro, quindi quando anche questi risulteranno ben fermi, collochiamo gli altri tre petali negli spazi rimasti. Questo è un passaggio delicato ma sono sicura che, con un pizzico di pazienza, sarete bravissimi.
Ultimo tocco: con un pennarello marrone realizziamo i puntini sulla parte bassa dei petali. Non è meraviglioso? Gli manca soltanto il profumo!

Francesca Romana Bartoli

Francesca Romana Bartoli, ingegnere, ha amato da subito lo straordinario mondo del cake design in quanto unisce due ambiti a lei molto cari: l’estetica e i dolci sapori della cucina. Si è specializzata nel settore e oggi tiene settimanalmente corsi di cake design per diffondere la bellezza della nuova frontiera della pasticceria. Nella sua pagina, “Tentazioni glassate”, nata tra una decorazione e una glassatura, Francesca condivide idee e mostra le stuzzicanti delizie che escono quotidianamente dal suo forno.


Potrebbe interessarti anche