Arte

Gioielli di gusto: racconti fantastici tra ornamenti golosi

Ottavia Pomini
20 settembre 2015

A3  Orologio spilla  seconda metà 800 coll De Marchi

Dal 18 settembre all’8 dicembre, palazzo Morando a Milano ospita la mostra ‘’Gioielli di gusto’’; l’iniziativa, promossa nell’ambito di ‘’EXPO in città’’, vuole essere un punto d’incontro fra il mondo del gioiello e quello del cibo, legati indissolubilmente dal significato beneaugurante di ricchezza e vita.

La mostra percorre la storia del gioiello dai più datati esemplari risalenti alla Grecia antica ai più contemporanei. Le forme e i colori dei bijoux sono ispirati alle delizie della tavola; del resto, da sempre stilisti, gioiellieri ma soprattutto pittori e scultori, con le loro nature morte, hanno trovato nel cibo un elemento fondamentale per trasmettere il loro messaggio o un augurio.

La mostra si snoda attraverso quattro aree distinte. Il gusto dei gioielli conserva bellissimi pezzi della collezione De Marchi, esemplari Art Déco e anni ’30 e ’40, tra cui spiccano quelli di Maboussin. Protagonisti della seconda sezione, Il gusto della moda, sono invece alcuni designer, come Ayala Bar, Mary Frances, Yvone Christa New York e Ornella Bijoux, che hanno preso ispirazione dal tema del ‘’cibo’’ per realizzare le proprie creazioni. Nella terza parte della mostra, Il gusto contemporary, si trovano pezzi unici o di piccolissime serie scelti per le loro forme e i loro materiali particolari. Ne Il gusto vintage, infine, sono esposti bijoux di un periodo compreso tra la prima metà dell’Ottocento e agli anni ’90 con pezzi anche di Fendi, Ferré e Lagerfeld.


Potrebbe interessarti anche