Auto

Giulia, la rinascita di Alfa Romeo

Gabriele Balsamo
21 giugno 2016

COPERTINA

Per alcuni è il vero ritorno di Alfa Romeo, quello tanto sperato da diversi anni. Per gli stessi ingegneri della casa di Arese, questa è La Vettura.

La nuova Giulia può contare su una linea aggressiva e sportiva, con una distribuzione dei pesi studiata a regola d’arte, e vanta allestimenti rifiniti con cura, un comparto tecnico caratterizzato da numerosissime novità e tanti ausili elettronici per la sicurezza di guida, materiali leggeri come il carbonio e l’alluminio.

La vettura nasce con uno scopo ben preciso, far rinascere la storicità del marchio. Non a caso è stato utilizzato il nome Giulia, ereditato da una grande gloria del passato, quasi a volerne rievocare inconsciamente il successo.

 

La Giulia è, in termini tecnici, una vettura capace di stupire e ammaliare, dotata di una linea muscolosa e filante che ben fa intendere la propria indole sportiva. Caratterizzata anche da una meravigliosa eleganza, grazie ai fanali stretti e lunghi che contornano l’ampia presa d’aria frontale, elemento distintivo delle vetture di Arese, la Giulia strizza l’occhio a tutti quei clienti che desiderano una vettura facile da guidare per le vie cittadine, ma altrettanto divertente da lanciare fra le curve dei percorsi più complessi.

Lo stile, distintamente italiano, ricorda l’immagine di un felino pronto a scattare, un’immagine scultoria, che vuole comunicare sin dal primo sguardo il carattere che si scoprirà non appena a bordo.

Al lancio, le motorizzazioni disponibili sono il 2.2 Diesel da 150 CV o da 180 CV, abbinati a un cambio manuale a 6 marce oppure automatico a 8 marce, e il 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV, abbinato al manuale a 6 marce.

Il divertimento di guida è assicurato dal ritorno della trazione posteriore, oltre che da uno sterzo che è il più diretto del segmento. La tecnologia di bordo inoltre, come nelle migliori tradizioni del marchio, si rinnova drasticamente, andando a comprendere il sistema IBS (Integrated Brake System), per una maggiore efficienza di frenata, e le sospensioni attive AlfaLink, capaci di regalare un comfort di guida senza eguali.

Esclusivi della versione Quadrifoglio, invece, sono il sistema aerodinamico Alfa Active Aero Splitter e la tecnologia Torque Vectoring, in grado di garantire una perfetta ripartizione della coppia.

 

L’Alfa Romeo Giulia è la prima vettura del nuovo piano di rivitalizzazione dell’azienda di Arese, studiata per introdurre una nuova generazione di veicoli e imprimere al marchio un cambio di direzione drastico, quanto auspicabile.

La nuova vettura è già ordinabile presso gli showroom italiani, con prezzi a partire da 35.500 € .


Potrebbe interessarti anche