Advertisement
Moto

Giungla urbana: la top 3 degli scooter 300 con cui affrontarla

Alessandro Spada
20 aprile 2017

Gli scooter hanno da tempo conquistato la “giungla urbana” grazie alla loro versatilità, alla comodità, ai bassi costi di gestione e al prezzo di acquisto abbordabile.

Le loro doti sono note a tutti e la loro capacità di farci risparmiare tempo, sia negli spostamenti nel traffico che nel trovare parcheggio, li ha resi i padroni indiscussi delle città.

Con il passare degli anni le Case produttrici hanno sensibilmente migliorato i loro prodotti nell’affidabilità e nel design. A livello di prestazioni e di comodità questi veicoli si equivalgono abbastanza e quindi un design sempre più all’avanguardia e delle colorazioni sempre più eleganti e sportive, possono influenzare più di quanto crediate la scelta degli acquirenti.

Uno scooter deve sì andare bene, ma soprattutto deve essere bello e alla moda!

Oggi vi proponiamo i tre best seller che ormai la fanno da padroni nel segmento di 300 cm3.

Honda SH 300i ABS. L’SH 300 è da diversi anni il più venduto e amato in Italia. Monta un nuovo motore monocilindrico raffreddato a liquido di 279 cm3, accreditato di 25,2 cv di potenza massima. Questa nuova unità propulsiva è un’evoluzione della precedente e, grazie alle modifiche degli ingegneri Honda, è ora omologata Euro4 e percorre 33,3 km/litro (dato dichiarato dalla Casa).

Per migliorare ulteriormente la praticità e il comfort durante il suo utilizzo, il nuovo SH 300i è stato anche dotato del sistema di accensione senza chiave smart key.

I punti di forza che hanno da sempre contraddistinto lo scooter della Casa alata sono le dimensioni molto compatte, l’elevata agilità, le buone prestazioni del motore, unite ai bassi consumi di carburante e l’ottima affidabilità.

Piaggio Beverly 300 Police. É da sempre il vero rivale dell’SH 300 e oggi si presenta più agguerrito che mai: il nuovo Beverly 300 è infatti stato sottoposto a diverse modifiche che hanno reso il suo motore, che eroga 21 cv, omologato alle severe normative Euro 4 e il suo design ancora più elegante e aggressivo; l’elettronica ha poi subito un notevole upgrade ed è stata dotata di ABS, controllo di trazione ASR e luci full LED.

La qualità costruttiva dello scooter è molto elevata (superiore ai concorrenti) e nella nuova serie speciale realizzata in collaborazione con il brand Police, icona di stile metropolitano, acquista un look ancora più grintoso e ricercato.

I suoi punti di forza sono il comfort di viaggio, i bassi consumi (31,3 km/litro dichiarati), l’ampio vano sottosella e l’elevata stabilità su percorsi veloci come autostrade e tangenziali.

Yamaha X-Max 300 ABS. Si tratta dell’ultimo arrivato nella categoria di 300 cm3 ed è un modello inedito. Il nuovo X-Max 300 ABS è entrato nel mercato per cercare di fare concorrenza ai due best seller del settore, l’Honda SH 300 e il Piaggio Beverly 300i.

Il nuovo scooter della Casa dei tre diapason è caratterizzato da un look dinamico e sportivo ispirato al leggendario T-Max. Il telaio è stato alleggerito, le sospensioni sono di derivazione motociclistica, il vano sottosella è stato aumentato per poter contenere tranquillamente due caschi integrali e il motore è stato riprogettato.

Il nuovo propulsore Blue Core è estremamente efficiente ed è in grado di erogare circa 28 cv. Il veicolo è poi stato dotato di luci full LED, di accensione smart key e del controllo di trazione TCS.

I suoi punti di forza? Il look sporty, il comfort di viaggio, l’ampio vano sottosella (il più grande rispetto ai concorrenti) e il divertimento nella guida sportiva.


Potrebbe interessarti anche