Advertisement
News

Glamour ad alta quota: Zac Posen per Delta Air Lines

Ottavia Pomini
2 novembre 2016

copertina-delta-zac

Delta Air Lines chiama il famoso stilista Zac Posen a disegnare la nuova collezione di uniformi, pensate per gli assistenti di volo e per tutti i dipendenti della compagnia.

La linea, realizzata e progettata dal designer in collaborazione con lo staff Delta, è un omaggio al passato e unisce colori decisi come il prugna e il violetto ad uno stile classico, per capi funzionali e in grado di adattarsi alle esigenze dei diversi impiegati e all’ambiente in cui lavorano.

Posen ha utilizzato materiali innovativi all’insegna della tecnologia tessile per creare dei pezzi di abbigliamento capaci di farsi notare negli ambienti aeroportuali e a bordo, pur essendo estremamente pratici: per le donne, abiti femminili con scollo a V, maglioni peplum, abiti a portafoglio e eleganti tailleur, mentre per gli uomini, abiti da tre pezzi in colore grafite, maglioni a girocollo e cravatte decorate da piccoli widget, logo della compagnia. Le divise del personale Delta che non è a diretto contatto con il pubblico invece sono state realizzate dal rivenditore di abbigliamento Land’s End, con la consulenza creativa dello stilista per design e colori.

1-delta-zac-posen

“Desideravamo che i dipendenti Delta avessero un look glamour sul posto di lavoro, senza rinunciare alla funzionalità e allo stile”, ha detto Zac Posen. “Ho lavorato a fianco del personale per capire come interagisce con gli abiti che indossa e sviluppato un look che motiva e affascina, perché vogliamo che la forza lavoro globale del vettore rifletta i valori di affidabilità e attenzione espressi dal marchio della compagnia”.

Lo staff ha infatti contribuito alla progettazione e alla selezione finale di ogni singolo pezzo delle divise.

Le stesse che a partire dal mese di dicembre 2016 e nei primi mesi del 2017 un team di 1.000 dipendenti indosserà per un periodo test, per poi rimpiazzare le vecchie uniformi, a livello globale, a partire dal primo trimestre 2018.


Potrebbe interessarti anche