Food

Gli antipasti di Natale

Giulia e Antonella
23 dicembre 2013

Svolazzi131223

Anche io, come da usanza, passerò il Natale in famiglia. Qui in Veneto la tradizione prevede che si festeggi il pranzo del 25.
Quest’anno, però, per evitare che solo una sola persona si sobbarchi la tempistica della preparazione del tradizionale pranzo di Natale, ci siamo divisi i compiti. Io mi sono occupata degli antipasti!
Sono tutti (o quasi) piatti veloci, da poter preparare all’ultimo minuto(a parte il pane), e sono tutte pietanze che si possono servire a temperatura ambiente! Che la festa abbia inizio: buon Natale a tutti voi!

Albero di Natale al formaggio:
Ingredienti: mezza mela, uno stuzzicadenti da spiedino, formaggio a pasta dura.
Tempo di preparazione: 5 minuti
Procedimento: lavate per bene la mela e tagliatela a metà. Infilzatela con lo stuzzicadenti. Quindi tagliate il formaggio a triangolo. Prendete i singoli triangoli (dal più spesso al più fino) ed infilateli nello stuzzicadenti. Con l’ultimo pezzetto di formaggio farete la punta!

Antipasto dei piccoli: essendoci dei bambini, ho preparato un antipasto adatto anche ai più piccoli.
Ingredienti: salamini, formaggio Montasio
Tempo di preparazione: 5 minuti
Procedimento: ho preso dei piccoli salamini preparati da un amico di famiglia, da presentare con del formaggio che avevo messo sott’olio a settembre. Si tratta di Montasio, formaggio friulano. A settembre ne ho preso un po’ in una malga, l’ho tagliato a pezzi in modo grossolano e l’ho messo in alcuni vasetti. L’ho ricoperto d’olio e ci ho aggiunto alcuni granelli di pepe bianco. Un’idea facile, che può facilmente diventare un regalo di Natale!

Antipasto di pesce:
Ingredienti: 500g di gamberetti, 1 cipolla, 2 carote, una costa di sedano, 400g di maionese fresca (va benissimo anche la classica che si trova la supermercato), 2 cucchiai da minestra di ketchup, 2 cucchiai da minestra di cognac, sale q.b.
Tempo di preparazione: 15 minuti + 5 di cottura
Procedimento: lavate e sgusciate per bene i gamberetti sotto l’acqua corrente, puliteli internamente e lasciateli scolare dall’acqua. Prendete una pentola, riempitela d’acqua ed insaporitela con cipolla, carote, sedano ed un pizzico sale. Ancora tiepida, versateci i gamberetti e lasciate bollire l’acqua. Appena inizia a bollire scolate i gamberetti e fateli raffreddare.
A parte preparate la salsa rosa. Versate in una ciotola la maionese ed unite il ketchup ed il cognac. Iniziate a mescolare fino ad ottenere un composto di colore rosa. Regolate di sale.
A me piace la salsa rosa con un sapore delicato, se invece volete una salsa dal sapore deciso potete unite ancora del ketchup o qualche goccia di salsa Worcester.

Pinzimonio di verdure:
Ingredienti:1 costa di sedano, 2 carote, 5 rapanelli.
Tempo di preparazione: 5 minuti
Procedimento: tagliate le verdure a julienne, dopo averle lavate per bene. Mettetele in un piatto e bagnatele con del succo di limone, per evitare che anneriscano a contatto con l’aria.

Cornetto salato:
Ingredienti: 1 rotolo di pasta sfoglia, 150gr di gorgonzola, un ceppo di radicchio
Tempo di preparazione: 5 minuti + 40 di cottura
Procedimento: fate appassire il radicchio con pochissimo olio e un po’ di sale in una padella a fuoco moderato, finché non diventa morbido (io lo tengo anche 20 minuti). Nel frattempo, preriscaldate il forno a 200°.
Stendete un rotolo di pasta sfoglia e tagliatela a triangoli, della grandezza che preferite.
Spalmate la pasta con il gorgonzola stando attenti a non toccare il bordo che poi, arrotolandolo, dovrà aderire bene. Prendete un cucchiaio di radicchio e mettetelo nella parte alta del triangolo. Arrotolate come a formare dei cornetti. Infornate il tutto fino a quando la pasta inizierà a dorare (circa 20 minuti).

Pane
Ingredienti: 450g di farina di grano tenero 00, 2 cucchiaini da the di olio EVO, 200ml  di acqua, 10g di lievito di birra fresco, sale: q.b.
Tempo di preparazione: 20 minuti + 8 ore di lievitazione + 30 minuti di cottura
Procedimento: unite e impastate tutti gli ingredienti. Lavorate l’impasto a mano per circa 10-15 minuti.
Quando il composto sarà diventato omogeneo, fatene una palla e riponetela a lievitare per 6 ore (o forno tiepido per 4 ore). Trasferite l’impasto su un piano di lavoro ed impastarlo ancora 5 minuti.
A questo punto potete dare all’impasto la forma che volete. Io, ad esempio, ho preso delle formine natalizie e ho tagliato l’impasto con le stesse. Mettete il tutto in una placca rivestita di carta forno e lasciate lievitare il tutto per altre 2 ore.
Preriscaldate il forno a 200°C e fate cuocere il pane per 30 minuti. Una volta cotto, sfornate e fate raffreddare.

Svolazzi 1312123

Idee per la tavola: per la tavola, ho usato una tovaglia natalizia, con stelle di Natale bianche e rosse stampate, unite da del nastro verde.
Ho usato dei sottopiatti rosso e oro, alternandoli, e dei tovaglioli rigorosamente rossi. I tovaglioli li ho legati con del feltro bianco rivestito di stoffa argento, ciascuno con un motivo diverso: chi con degli animali intagliati, chi con il bordo tagliato con la forbice che fa le onde.
In centro alla tavola ho posizionato un albero di feltro. Semplice, ma particolare, con dei disegni all’interno dei lati. Su ciascun angolo dell’albero ho messo una renna in peluche, che poi regalo ai bambini.

Come segnaposto, un simpatico portatovaglioli di babbo natale in ceramica che verrà donato a ciascun commensale.

E anche per quest’anno, io e Giulia Vi abbiamo tenuto compagnia dalle pagine di Luuk Magazine, insieme a tutti coloro che ogni giorno leggete!
Vi giunga anche da parte nostra un abbraccio ed i nostri migliori auguri di Buon Natale e Felice Anno nuovo!

Arrivederci al 2014!

Svolazzi – Giulia V. & Antonella B.

Giulia e Antonella, due amiche: una architetto, l’altra avvocato. Entrambe con la passione per il buon gusto e l’eleganza. Amano inoltre organizzare eventi, sia piccoli che grandi, curando ogni singolo dettaglio. Nei loro blog (www.svolazzi.it e svolazzieventi.blogspot.it) condividono idee e ricette e si adoperano affinché ogni singolo evento possa definirsi unico e personale, cercando di renderlo davvero indimenticabile.


Potrebbe interessarti anche