News

Gli hamburger vegan homemade di Flower Burger

Jennifer Courson Guerra
5 luglio 2016

copertina-flower-burger

Gustare un hamburger vegan che sia bello oltre che buono nel cuore di Milano sembra un’impresa destinata al fallimento? Non più, da quando in città è approdato Flower Burger.

Il concept è nato da un’idea di Matteo Toto: creare un locale in cui gustare panini sì vegani, ma anche golosi e rigorosamente a homemade.

1-flower-burger

La sfida sembra pienamente riuscita: bellissimi (e buonissimi) burger dalle ricette particolari – come quello nero al carbone vegetale o quello giallo alla curcuma – con patty di seitan, ceci o tofu, arricchiti da spezie e salse sfiziose.

Ad accompagnare ogni piatto, una generosa porzione di patatine al forno arricchite da un pizzico di paprika, per una pausa pranzo o una cena leggera ma gustosa. L’obiettivo di Flower Burger è però quello di restare aperto tutto il giorno, in modo da offrire deliziose colazioni e merende 100% vegan. Per ora è possibile gustare una fetta di “torta del giorno” a conclusione del pasto.

Lo chef Marco Bianchi con la sua creazione, lo Special White

Lo chef Marco Bianchi con la sua creazione, lo Special White

La veganburgeria, dopo l’apertura di Porta Venezia, ha raddoppiato con un nuovo locale in via Vigevano. Per l’occasione, ha dato vita a ben due progetti benefici. Sarà infatti possibile gustare un panino in edizione limitata, lo “Special White”, creato da Marco Bianchi. Il ricavato della vendita sarà devoluto alla Fondazione Veronesi, di cui lo chef è divulgatore scientifico. L’altro progetto prevede invece il sostegno della start up WAMI: per ogni bottiglia venduta, verranno donati 100 litri di acqua potabile alle comunità che non riescono ad accedere a questo bene prezioso.

 

Flower Burger
Viale Vittorio Veneto, 10
Via Vigevano 6
Milano
www.flowerburger.it


Potrebbe interessarti anche