Fotografia

Gli scatti vincenti dei Sony World Photography Awards 2014

Rachele Martignoni
26 marzo 2014
© Luke Henkel, 2nd Place, Australia National Award, 2014 Sony World Photography Awards

© Luke Henkel, 2nd Place, Australia National Award, 2014 Sony World Photography Awards

Anche quest’anno i celebri Sony World Photography Awards sono giunti al loro termine. Dopo una selezione su oltre 70.000 scatti inviati da ogni parte del mondo, le fotografie dei vincitori verranno esposte dall’1 all’8 maggio presso la Somerset House di Londra.

I Sony World Photography Awards sono considerati tra i più prestigiosi e ambiti premi ai quali aspirare in qualità di fotografo, professionista e non.

L’edizione di quest’anno ha riservato ai partecipanti alcune novità; le competizioni erano di tre tipi: Professional (per i fotografi professionisti), Open (per chiunque volesse partecipare con la propria macchina fotografica) e Youth (per gli under 19).

© Andrea Menozzi, 1st Place, Italy National Award, 2014 Sony World Photography Awards

© Andrea Menozzi, 1st Place, Italy National Award, 2014 Sony World Photography Awards

La giuria è stata messa a dura prova e, per colpire nel segno, era indispensabile inviare foto d’impatto, che trasmettessero non solo informazioni o dati precisi, ma anche una forte originalità, riscontrabile attraverso l’interpretazione del soggetto (come ha affermato  Ruth Eichhorn, direttrice dei GEO Magazines per 20 anni nonché giudice del contest).

Altro aspetto fondamentale per la selezione degli scatti migliori era la post-produzione, elemento ormai inevitabile e sempre più all’ordine del giorno nell’ambiente fotografico di oggi.

© Alpay Erdem, Turkey, Winner, Smile, Open Competition, 2014 Sony World Photography Awards

© Alpay Erdem, Turkey, Winner, Smile, Open Competition, 2014 Sony World Photography Awards

Il messaggio dei Sony World Photography Awards è nascosto ma percettibile: non importa chi sei, da che parte del mondo vieni; una fotografia degna di questo concorso non dev’essere “alla moda”, bensì genuina, deve colpire chi la guarda perché capace di toccare delle corde vibranti nel nostro Io nel momento in cui la osserviamo.

I vincitori di questa edizione 2014 hanno avuto la meglio sui giudici grazie a qualcosa che è andato “oltre” i semplici componenti tecnici, come la pellicola, il digitale, il colore, il bianco e nero e così via.

Per poter vincere un contest simile, qualcosa di unico, di irripetibile, deve permettere al tuo scatto di scintillare e fare la differenza tra 70.000 altri. Non è sicuramente cosa facile.

© Trinh Xuan Hai, 1st Place, Vietnam National Award, 2014 Sony World Photography Awards

© Trinh Xuan Hai, 1st Place, Vietnam National Award, 2014 Sony World Photography Awards

Vincere con una fotografia significa guadagnarsi l’onore e la gioia di raccontare al mondo intero una storia, un dettaglio, un sentimento, una luce o un’ombra che sia dentro di noi o fuori di noi. Così sicuramente è stato – e sarà – per i vincitori della presente e delle future edizioni dei Sony World Photography Awards.

Rachele Martignoni

© Cristian Alvarado, 1st Place, Chile National Award, 2014 Sony World Photography Awards

© Cristian Alvarado, 1st Place, Chile National Award, 2014 Sony World Photography Awards


Potrebbe interessarti anche