Cinema

Gli strani guardiani della galassia

Giorgio Raulli
17 ottobre 2014

1

Peter Quill (Chris Pratt), inseguito dai cacciatori di taglie per aver sottratto una misteriosa sfera al perfido Ronan (Lee Pace), è costretto a stringere un’alleanza con altri quattro poco-di-buono catturati dai Nova Corps, la polizia intergalattica: il procione parlante Rocket (Bradley Cooper), l’alieno dalle sembianze di albero Groot (Vin Diesel), la misteriosa Gamora (Zoë Saldaña) e il vendicativo Drax (David Bautista). Quando il vero potere della sfera (o meglio, della gemma) verrà svelato, il nostro gruppetto di Guardiani inizierà una dura battaglia per salvare il destino della galassia, una lotta contro Ronan ma anche contro il Collezionista (Benicio del Toro) e il titano Thanos (Josh Brolin). Nel cast anche John C. Reilly, Glenn Close, Michael Rooker e Karen Gillan.

2

Decimo film della nuova saga Marvel, I Guardiani della Galassia non sono certo tra i personaggi più conosciuti dell’universo di Stan Lee, che, a proposito, non manca di un cameo anche stavolta: tuttavia è possibile che il non essere già troppo noti al grande pubblico giochi un ruolo vincente per il film di James Gunn. Di fatto questa pellicola può essere vista come un ritorno alle origini, ad una freschezza che è sempre bene rinvigorire quando si costruisce una saga cinematografica lunga quanto quella Marvel iniziata con IronMan. Avventura, comicità, sentimenti, e infiniti riferimenti, mai disturbanti, al cinema e alla musica che hanno fatto la storia dei generi sopra citati.

3

Questo film funziona bene perché resta il più possibile fedele agli originali fumetti Marvel, facendo prevalere l’anima dei personaggi e la trama, piuttosto che la spettacolarità degli effetti speciali, che comunque non mancano. Il merito va anche al bel cast e alla sceneggiatura che riesce a rendere carismatici i protagonisti e che, tra un’atmosfera un po’ scherzosa e modelli narrativi “da supereroe”, inserisce abilmente dei momenti drammatici che danno più spessore ai personaggi.

5

I Guardiani della Galassia consolida il connubio tra Marvel e Disney, che potrà intrecciarsi con quello ormai più che rodato degli Avengers, oppure vivere come pellicola a sé stante: il film infatti può essere apprezzato senza necessariamente conoscere la mitologia dei fumetti o le “monografie” precedenti sui Vendicatori. Nonostante ciò, le connessioni alle altre pellicole sono numerosissime, a cominciare dalla presenza del Collezionista (già presente nella scena dopo i titoli di coda di Thor 2) e da Thanos (solo intravisto in The Avengers, personaggio importantissimo per gli sviluppi futuri dell’intera saga). Il film uscirà nelle sale italiane il 22 ottobre.


Potrebbe interessarti anche