Advertisement
Food

Gnocchi di castagne con crema di Montasio

Elisa Carcano
18 novembre 2013

Elisa131118_1

L’autunno avanza e quale stagione migliore per mangiare delle belle caldarroste?! Quest’anno però il clima non è stato dei migliori per questo dolce frutto racchiuso in una corazza così dura e spinosa: se ne trovano poche e spesso arrivano dall’estero, per esattezza dalla Macedonia, ma le migliori, in Italia arrivano dal Piemonte e più precisamente dal Cuneese. Tuttavia l’unica farina riconosciuta come prodotto DOP è quella toscana, sia quella prodotta in Lunigiana che quella della Garfagnana (unica riconosciuta DOP anche in Europa).
Perché per una volta non proviamo un piatto un po’ diverso gustando le castagne non come caldarroste ma in una maniera un po’ più insolita?!
La farina di castagne ha un colore color nocciola, risulta dolce ed è il prodotto dell’essiccatura e della successiva macinatura delle castagne. Tradizionalmente durante questo periodo dell’anno si aprono le botti per l’assaggio del vino nuovo, che solitamente viene abbinato alle prime castagne.
Questa nuova ricetta, a base di farina di castagne, è adatta anche se avete dei commensali che non possono mangiare piatti che contengono glutine (anche il Montasio infatti è gluetenfree).
Per i curiosi e per gli appassionati della castagna ecco un link: prodottitipici.provincia.cuneo.it/prodotti/ortofrutta/castagna/index.jsp




Ingredienti per 4 persone:
Per i gnocchi
400gr di farina di castagne
200gr di farina 00
Noce moscata
Acqua q.b.
Sale
Pepe
Per la fonduta
50ml di panna fresca
25gr di burro
200gr di formaggio Montasio
Erba cipollina
Sale
Pepe

Tempo di preparazione: 30 minuti + 30 minuti di riposo + 5 minuti di cottura

Elisa131118_2

Procedimento: in una ciotola capace, unire, setacciandola, la farina di castagne e la farina 00; bisogna far attenzione perché la farina di castagne tende a creare dei grumi. Aggiungere il sale, il pepe e la noce moscata e lentamente versare l’acqua tiepida, poco alla volta, e impastare con le mani. Su di una spianatoia, meglio in legno, stendere della farina.
La prima regola da tener presente per preparare una buona pasta a base di farina di castagne è dosare la giusta quantità di acqua.
Il composto deve essere molto morbido e liscio. Una volta pronto avvolgere la pasta nella pellicola trasparente e lasciarla riposare almeno mezz’ora in frigorifero.
Passato questo tempo, dividere l’impasto e lavoralo fino ad ottenere dei lunghi e il più regolari possibili cilindretti, che andremo poi a tagliare in tocchetti con l’aiuto di una spatola o un coltello con lama liscia.
Man mano che gli gnocchi sono pronti infarinarli leggermente evitando di sovrapporli, per far sì che non si attacchino tra loro.
Nel frattempo mettere sul fornello una pentola capiente con abbondante acqua salata e versarvi gli gnocchi: saranno pronti 3 minuti dopo che saranno giunti a galla.
In un pentolino intanto versare il burro, la panna e il Montasio ridotto a cubetti. Una volta amalgamati questi ingredienti aggiungere l’erba cipollina, tritata grossolanamente. Impiattare, aggiungere po’ di formaggio grattugiato e l’erba cipollina.
Una bontà da mangiare… fino all’ultima briciola!

Elli

Elisa Carcano o meglio Elli, architetto, amante dei dettagli, del design e del buon gusto. Ama i viaggi, le novità, le fotografie e i nuovi sapori. Le piace la natura e coltiva un suo orto, quando le avanza tempo.
Le piace cucinare, con amore, e coccolare chi le sta attorno con i suoi manicaretti. Prepara piatti elaborati ma allo stesso tempo rustici e legati alla tradizione. Cucinare per condividere, cucinare per far tornare il sorriso dopo una giornataccia, cucinare per distrarsi, rilassarsi e per trattarsi bene: questo è il suo motto.

http://www.flickr.com/photos/7195312@N05/sets/72157632041315310/


Potrebbe interessarti anche