A modo mio

Gnudi di melanzane con finferli e salvia

Raffaella Mattioli
13 ottobre 2016

20161009_120625

Gli “gnudi” sono un piatto di origine toscana: trattasi del ripieno dei ravioli senza la pasta che li ricopre. Questa mia versione unisce le ultime verdure estive con quelle autunnali, per un meraviglioso concerto di profumi e sapori.

Ingredienti per 4 persone:
200 gr di melanzane
150 gr di ricotta
50 gr di parmigiano
2 cucchiai circa di farina
1 uovo
200 gr. di finferli
4 pomodorini
50 gr di burro
Sale, pepe, olio evo q.b.
Timo, salvia e due spicchi d’aglio

Tempo di preparazione: 30 minuti circa

Procedimento:
Lavate, sbucciate e tagliate a dadini le melanzane, fatele cuocere in padella con un filo di olio evo, sale, pepe, un rametto di timo e uno spicchio d’aglio.
Lavate accuratamente i finferli e fateli cuocere in un’altra padella con olio evo, sale e uno spicchio d’aglio.
Quando le melanzane saranno pronte , togliete l’aglio e il timo e frullatele.
Una volta fatta raffreddare, unite la crema di melanzane alla ricotta, mescolate, aggiungete la farina, un uovo sbattuto, il parmigiano e aggiustate di sale e pepe. Lasciate poi il composto a riposare.
In un’altra padella fate scottare i pomodori con un filo d’olio e intanto fate sciogliere in un pentolino il burro con due foglie di salvia.
In una pentola portate ad ebollizione l’acqua, aggiungete il sale e abbassate il fuoco, con 2 cucchiai formate delle quenelle di crema di melanzane e adagiatele una ad una nell’acqua.
Dopo 2 minuti gli “gnudi” saranno pronti: scolateli singolarmente, disponeteli nel piatto con i finferli e i pomodori, per poi irrorarli con il burro fuso.

Vino consigliato:
Un piacevolissimo Dolcetto di Dogliani dell’azienda Cascina Corte: al naso è fresco con sentori di frutti rossi e sottobosco, in bocca è piacevole armonico e succoso.


Potrebbe interessarti anche