Green

Green architecture: l’orto fra i cortili

Marco Pupeschi
15 maggio 2015

12

“L’Orto fra i cortili” è il progetto di green architecture presentato dallo studio Piuarch nel corso del Fuorisalone 2015: in Via Palermo 1, nel quartiere Brera di Milano, i 300 metri quadrati di superficie del tetto dell’edificio che ospita lo Studio sono infatti stati trasformati in un orto permanente.

Il progetto ha riqualificato l’immobile, sia da un punto di vista energetico che funzionale: tradotto significa che ogni tipo di immobile può essere rivalutato, prima di tutto da un punto di vista economico (e di questi tempi non è poco!), trasformando uno spazio inutilizzato, come un tetto, in un ecosistema completo.

13

Come funziona? I semi delle piante prescelte vengono fatti germogliare secondo il ciclo delle stagioni, ottenendo così, non solo del cibo sano e freschissimo, ma anche decoro, bellezza e la fragranza di essenze profumate nell’aria. Il tutto dovrà poi terminare in compost per alimentare una nuova stagione.

Ma il progetto non si ferma solo a questo: le aree inutilizzate possono essere trasformate anche in vere e proprie “farmacie e cielo aperto”. Il programma prevede infatti la piantumazione di piante officinali per ritrovare le proprietà terapeutiche e medicinali di quelle sostanze usate nelle officine farmaceutiche per secoli.

11

Veri protagonisti del progetto, i pallet, utilizzati in un sistema modulare per costruire strutture assemblabili con facilità che uniscono estetica e funzionalità a costi equi: infatti il sistema a pallet consente il controllo delle acque piovane e riduce il flusso di quelle di scarto che entrano nel sistema della città.

Last but not least, l’orto fra i cortili può essere eletto anche a spazio di rappresentanza per l’azienda che lo ospita, o anche luogo di socializzazione e svago nel caso di un condominio metropolitano.


Potrebbe interessarti anche