Advertisement
News

Gualtiero Marchesi: gli chef in pensione avranno una casa di riposo

Clarissa Monti
5 agosto 2017

Gualtiero Marchesi si lancia in un nuovo progetto imprenditoriale: il celeberrimo chef aprirà infatti una casa di riposo dedicata ai cuochi in pensione.

Marchesi ha di recente siglato un importante accordo con la fondazione Molina, che prevede la trasformazione entro l’autunno 2018 di un’intera palazzina a Varese in 12 appartamenti, a cui si aggiungerà, nei locali dell’ex centrale termica, una cucina “didattica”.

Qui gli chef a fine carriera, non solo verranno accolti e ospitati come in qualunque altra casa di riposo, ma potranno anche fare tesoro della loro navigata esperienza per tramandarla alle nuove generazioni. Una vera e propria scuola di cucina aperta a 18 allievi che verranno istruiti sia dal punto di vista pratico che teorico nel segno di una continuità che valorizzi la cultura culinaria italiana.

Si tratta di un’idea assolutamente innovativa e ad alto tasso creativo, ispirata al brillante progetto di Casa Verdi a Milano: “Questa volta – racconta Marchesi – riesco a realizzare un progetto che sogno da almeno dieci anni. Una Casa di riposo per cuochi, sulla falsariga di quella per musicisti, Casa Verdi dove fu accolta anche Giuseppina Serra, la madre di mia moglie, soprano di grandissimo talento, che iniziò a cantare a sedici anni, fu sul palcoscenico con Mascagni, e perse purtroppo la voce a ventisette anni. La mia passione per la musica è una passione personale e familiare a tal punto che ho spesso paragonato la cucina a uno spartito, le ricette all’opera che un compositore affida a chi deve eseguirle nel rispetto delle note, aggiungendo, come è naturale, la sua dose di interpretazione”.

 


Potrebbe interessarti anche