News

Gucci celebra la riapertura del Flagship store milanese con una borsa esclusiva e l’artisan corner

staff
14 settembre 2011


Gucci ha riaperto il negozio di Milano in Via Montenapoleone, appena rinnovato. Situata nel cuore del Quadrilatero della Moda milanese, questa destinazione dello shopping di 1600 metri quadri è stata ristrutturata secondo il nuovo design concept di Frida Giannini, Direttore Creativo di Gucci.
In occasione di questa riapertura, Frida Giannini ha creato una borsa esclusiva, ispirandosi ad un modello dell’archivio Gucci. Una reinterpretazione del modello originale spesso indossato dalle celebrities negli anni Sessanta, come documentato nelle storiche fotografie dei paparazzi, questa riprende la forma semplice ed elegante della classica shopping bag. Proposta per la prima volta come packaging speciale per gli accessori in pellami pregiati, piacque talmente alla clientela dell’epoca che per tutti gli anni Settanta e Ottanta venne prodotta in diverse varianti di misura e colore. Ora disponibile in edizione limitata, l’esclusiva borsa creata per il negozio di Montenapoleone è in tessuto di cotone e lino greggio, morbido e leggero, profilata in pelle di cinghiale nera e ha una targhetta ovale con inciso l’iconico Crest, il logo Gucci e il nome della boutique.
Mercoledì 21 Settembre, primo giorno della settimana della Moda di Milano e giorno in cui sfilerà la sua Collezione Donna Primavera/Estate 2012, Gucci ospiterà un esclusivo cocktail party per inaugurare la boutique appena rinnovata. Dalle 19 alle 21, la boutique ospiterà l’Artisan Corner, un evento esclusivo che darà la possibilità alla clientela di ammirare dal vivo l’arte manifatturiera del marchio fiorentino di pelletteria. I maestri artigiani più esperti si metteranno all’opera in un vero e proprio laboratorio appositamente allestito e offriranno una visione unica della tradizione che contraddistingue Gucci da sempre. Mentre gli artigiani assembleranno alcune delle borse più iconiche di Gucci, tra cui la New Jackie, la Stirrup e la Gucci 1973, i clienti saranno testimoni in prima persona della meticolosa attenzione al dettaglio e dell’eccellente arte manifatturiera che caratterizzano la produzione di ogni articolo del marchio. Gli accessori, realizzati a mano, potranno essere personalizzati con le iniziali dei clienti, anch’esse incise a mano. Ogni borsa avrà una targhetta interna con incisi luogo e data dell’evento.
Inoltre, per la prima volta gli artigiani mostreranno alcune fasi del processo di produzione degli iconici mocassini Gucci e sarà possibile ammirarne le tecniche esperte. Questi modelli di mocassino saranno disponibili nel reparto calzature e dopo l’acquisto i clienti potranno farsi personalizzare il proprio paio dal mastro artigiano.
“Via Montenapoleone è tra le mete europee più prestigiose per lo shopping. Ho voluto amplificare la sensazione di lusso all’interno della boutique attraverso la luce naturale e lo spazio per creare un’estetica in armonia con l’immagine attuale del marchio”, spiega Frida Giannini. “Referenze a materiali iconici di Gucci e ad elementi dei negozi del passato caratterizzano tutto il nuovo design concept, ma sempre in un contesto estremamente moderno, creando così lo sfondo ideale per le collezioni”.
Il concept innovativo di Frida Giannini, un open space di materiali caldi e lussuosi e luce naturale che creano un effetto spettacolare, si distingue dai convenzionali spazi di vendita e apre la strada al look contemporaneo dei negozi Gucci per il XXI secolo. Tradizionali materiali di Gucci, come il palissandro e il marmo, sono arricchiti da nuovi elementi come vetro scanalato, oro lucido, specchi e vetri fumè, evocando l’eleganza e il lusso dell’epoca Art Decò. Linee geometriche, incluse caratterizzazioni stilizzate del classico nastro Gucci, definiscono lo spazio interno aggiungendo ulteriori dettagli simbolici.
Specchi fumè e vetro bronzato si alternano, creando una prospettiva molto profonda; le maniglie delle porte alternano strisce verticali in oro e in vetro; il pavimento, realizzato in marmo bianco, è caratterizzato da una larga banda in marmo nero che ne percorre il perimetro, e prosegue sul muro fino al soffitto; vetro bronzato con dettaglio web visibile e lacca ad effetto madreperla sono utilizzati per le scaffalature e gli espositori. Le pareti, ricoperte da vetro e specchio bronzo fumé, contribuiscono a rendere l’ambiente sofisticato e intimo.
Il piano interrato ospita le collezioni di abbigliamento donna e uomo, oltre alle calzature e alla gioielleria. Il piano terra è invece completamente dedicato all’ampia offerta di accessori Gucci: borse, valigeria, articoli di piccola pelletteria, seteria, orologi, profumi e occhiali da sole. Il primo piano è dedicato ad una selezione delle collezioni casual donna e uomo e un’ulteriore scelta di borse e calzature femminili. La collezione Bambino si trova invece al secondo piano.
Il negozio di via Montenapoleone è tra gli oltre 30 negozi Gucci nel mondo che riflettono il design concept firmato da Frida Giannini, e seguono il roll-out di successo in alcune delle più importanti città del mondo tra cui New York, Roma, Hong Kong, Londra, Shanghai, e Parigi.


Potrebbe interessarti anche