News

Gucci dona 1,15 milioni di dollari al progetto Unicef “Schools for Africa”

staff
22 dicembre 2011

In occasione delle festività natalizie Gucci rinnova il suo impegno a sostegno di Unicef e annuncia la donazione di 1.15 milioni di dollari a favore del programma Unicef “Schools for Africa” versati a nome della collezione Gucci bambino. Fondato nel 2004 in collaborazione con la Fondazione Nelson Mandela e Peter Kramer Stiftung, il programma Unicef “School for Africa” è nato con l’intento di fornire a milioni di bambini africani – in particolare a tutti coloro che vivono in condizioni di estrema povertà, alle femmine e agli orfani – maggiori possibilità d’accesso ad un’istruzione elementare.
All’avvicinarsi del settimo anno della collaborazione con Unicef, Gucci continua a sostenere con orgoglio il programma “Schools for Africa”, credendo fermamente che l’educazione rappresenti un dono che dura per sempre. Con un senso di responsabilità verso tutti i bambini del mondo e spinta dalla filosofia della campagna “Forever Now”, Gucci ad oggi ha versato a Unicef oltre 10 milioni di dollari divenendo – tra le aziende che appoggiano “Schools for Africa” –  uno dei più grandi sostenitori.
Nel 2010 Gucci ha devoluto 1 milione di dollari a Unicef in occasione del lancio della collezione bambino. Grazie a questo impegno, Gucci ha contribuito insieme a Unicef e ai suoi partners ad aiutare più di 5.5 milioni di bambini nell’Africa sub-sahariana, migliorandone le possibilità d’accesso ad un’istruzione di qualità.
Frida Giannini, Direttore Creativo di Gucci, afferma: “Lavorare con Unicef e promuoverne la crescita è stato stimolante sin dal 2005, anno in cui ebbe inizio la nostra collaborazione. Oggi abbiamo l’onore di rinnovare il nostro impegno a sostegno di Unicef con un’ulteriore donazione di 1.15 milioni di dollari che aiuterà tanti bambini bisognosi. Nel mese di novembre del 2009 ho avuto l’occasione di visitare il Malawi e ho visto la situazione difficile che devono affrontare i bambini dell’Africa sub-sahariana dove un bambino su tre non ha la possibilità di andare a scuola. Ho visto che l’iniziativa Unicef “Schools or Africa” sta dando accesso ad un buon livello d’istruzione ad un sempre maggior numero di bambini, fornendo loro un punto di partenza che molti di noi danno per scontato. Attraverso il nostro impegno speriamo di aiutare questi bambini, che altrimenti non avrebbero la possibilità di andare a scuola.”
Ad oggi, l’impegno di Gucci con Unicef ha promosso una serie di iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica e contribuire alla realizzazione del progetto. Dall’inizio della partnership una percentuale del ricavato dalle vendite di prodotti esclusivi creati da Frida Giannini per Unicef è stata devoluta all’associazione. Nel 2011, Frida Giannini ha creato una nuova borsa Sukey “Gucci for Unicef” e, come negli anni precedenti, il 25% del prezzo di vendita verrà donato al programma Unicef “School for Africa”. I ricavi dalla vendita della Sukey Bag nel 2010 hanno generato un contributo totale di 1.45 milioni di dollari. In occasione del lancio dell’edizione speciale dell’orologio U-Play avvenuta all’inizio dell’anno, Gucci ha donato 70.000 dollari a Unicef “School for Africa”.
Sempre a sostegno del programma, Gucci ha donato 250.000 dollari a Unicef per celebrare il  lancio dell’edizione di lusso del libro Gucci: The Making Of . Pubblicato da Rizzoli, Gucci: The Making Of  è un tributo al patrimonio storico e all’influenza dell’iconica maison di lusso italiana, il cui nome, attraverso questi 90 anni, è diventato sinonimo di artigianalità italiana e autorevolezza nel mondo della moda e del lusso.
In occasione della scorsa Festa della Mamma Gucci ha presentato per la prima volta la borsa in edizione limitata “Mamma bag”. Il 25% del prezzo di vendita di ogni borsa è stato donato ai programmi Unicef per l’HIV/AIDS. Gucci ha assicurato una donazione minima di 70.000 USD per sostenere la distribuzione dei kit per il test dell’HIV a 60.000 donne incinte, come parte del programma mondiale Unicef che mira a eliminare le nuove infezioni da HIV nei neonati.
Nel 2011 ha avuto luogo anche il primo Unicef Women of Compassion Luncheon in occasione del quale il Fondo U.S. per l’Unicef ha reso omaggio a Frida Giannini e a Carrie Auer, Unicef Representative in Malawi, per il loro contributo alla missione Unicef volta a salvare e migliorare la vita dei bambini di tutto il mondo. Tenutosi lo scorso Febbraio a Los Angeles, l’Unicef Women of Compassion Luncheon ha donato tutti i proventi al Fondo U.S. per l’Unicef.
Leila Pakkala, Director of Unicef’s Private Fundraising and Partnerships Division, afferma: “La somma donata da Gucci può fare la vera differenza per i bambini. Un’istruzione di qualità aiuta enormemente aprendo la strada ad un futuro produttivo e di successo. L’investimento nello studio non solo migliora le condizioni di vita dei bambini di oggi, ma anche quelle delle generazioni future. Ringraziamo Gucci sia per questa generosa donazione sia per il costante impegno dimostrato verso i bambini.


Potrebbe interessarti anche