Beauty

Hair trend di primavera: tinte pastello non solo nell’armadio…

Veronica Gomiero
19 marzo 2014

copertina

La primavera è alle porte, sfogliando le riviste, passeggiando tra le vetrine, si nota immediatamente come le tonalità pastello la facciano da padrone in questa stagione… e non solo nel guardaroba!

Da un anno a questa parte sono state molte le star che hanno sfoggiato capelli dalle tinte a dir poco artificiali e super appariscenti come: il blu elettrico dell’originale Katy Perry, il rosa acceso di Demi Lovato e l’ombré rosso fuoco di Christina Aguilera, per non parlare del verde smeraldo della rapper Azealia Banks.

Ma la primavera incalza e i toni si fanno più delicati e romantici…

1

Le prime ad osare con una chioma pastello sono state due celebrity alquanto diverse: la talentuosa e non più giovanissima Helen Mirren, che ai BAFTA 2013 si è presentata con un taglio corto e rosa che le donava moltissimo e la tormentata figlia di Ozzy, la ribelle Kelly Osbourne che, passando ad un caschetto bon-ton lilla, ha completamente rivoluzionato la sua immagine.

Da qui, ecco impazzare una nuova moda: molte star non hanno saputo resistere e hanno così deciso di abbandonare “i soliti colori” per una trasformazione radicale. Tra queste, la bellissima figlia di Kim Basinger e Alec Baldwin, Ireland Baldwin che ha scelto i toni del lilla e del viola, le cantanti inglesi Rita Ora e Ellie Goulding che hanno optato per dei rosa pastello, per non parlare di Kesha che, nel dubbio tra due tinte, ha scelto metà chioma celeste e metà rosa creando un look unico e da sirena. Pochi giorni fa, poi, la notizia della trasformazione della glamour Nicole Richie che ha copiato il look lilla di Kelly Osbourne.

2

Queste tonalità certamente non sono da tutti: attirano sguardi per strada e commenti più o meno positivi, anche se trovando la giusta nuance possono donare quel tocco d’originalità senza scadere nel trash.

Per ottenere una chioma pastello è fondamentale partire da una base chiarissima: occorre infatti decolorare i capelli – a meno che non siate naturalmente delle bionde chiarissime. Questo processo è molto delicato poiché va a modificare definitivamente la texture del capello. Ma una volta ottenuta la base chiara siete una tavolozza sulla quale sbizzarrirvi!

Più la tinta pazza scelta è chiara, più sarà impegnativa da mantenere, queste colorazioni infatti sono generalmente semi-permanenti e tendono a scaricare velocemente, il che è un bene se volete un cambiamento che duri solo pochi giorni, ma un male se vi affezionate al vostro nuovo look.

Per mantenere il colore vibrante e più duraturo è un buon consiglio lavare i capelli con acqua fredda e usare degli oli che idratino il capello decolorato.

Queste tinte sono molto più diffuse all’estero che in Italia dove il trend forse sta facendo più fatica a diffondersi, ma Amazon ed Ebay sono sempre un’ottima risorsa per procurarsi tutto il necessario per la trasformazione.

3

Tra i brand più famosi di tinte artificiali ci sono Manic Panic (tinte americane naturali), Crazy Color e Directions. Ma se non siete ancora certe di volere fare un cambiamento drastico allora potete provare la tecnica dell’hair chalk, letteralmente “gessetti per capelli”: questi speciali prodotti funzionano infatti come dei veri e propri gessetti che, strofinati sui capelli, lasciano una polvere che svanisce in due lavaggi.

Comodissimi per creare un’ombré express o per qualche ciocca qua e là, potete trovarli da Kiko, da Kevin Murphy con i suoi Color Bug e da L’Oréal, con i nuovissimi Hair Chalk.

4

Se state pensando di cambiare look questa è la stagione per un vero colpo di testa, parola di una neo testarosa!

Veronica Gomiero


Potrebbe interessarti anche