News

Hedi Slimane dice addio a Saint Laurent

Martina D'Amelio
1 aprile 2016

Hedi-Slimane

I rumors di settore lo dicevano da mesi, ma oggi la notizia è ufficiale: il gruppo Kering ha annunciato la dipartita di Hedi Slimane dalla direzione creativa di Saint Laurent.
Quale sarà la prossima mossa del designer francese?
Dopo 4 anni di onorata carriera alla guida del ready-to-wear, caratterizzati da un vero e proprio vento di cambiamento per il marchio – in crescita continua, considerato che il fatturato nel 2011 era pari a 353 milioni di euro, nel 2014 era salito fino a 707 milioni di euro e l’anno scorso sfiorava il miliardo –, Slimane lascia in silenzio la sua creatura adorata dalle celebrities, dallo spirito rock e l’immagine cool, plasmata a sua somiglianza.
Laureato in Storia dell’Arte all’Ecole du Louvre, Slimane ben presto approda nel mondo del fashion system come assistente marketing da YSL nel 1997, per poi diventare designer della Rive Gauche Homme. Una parentesi da Dior Homme dal 2000 al 2007, ancora qualche passo nella sua carriera artistica e poi il ritorno, nel 2012, a Saint Laurent Paris per creare le basi della sua nuova identità.
I risultati che Saint Laurent ha raggiunto negli ultimi 4 anni rappresentano un capitolo unico nella storia del marchio”, ha sottolineato François-Henri Pinault, CEO del gruppo Kering. “Sono riconoscente a Hedi Slimane e al suo team per aver preparato il terreno che il brand ha percorso con successo e che sono certo garantirà alla Maison un cammino leggendario”.
Cosa succederà adesso? Se i terremoti nel mondo del fashion system sembrano assestarsi ormai senza fare più scalpore (l’addio di Slimane a Saint Laurent arriva dopo quello di Elbaz a Lanvin e Simons a Dior), le domande sul futuro dei big brand si fanno sempre più insistenti.
Lo stilista che raccoglierà l’eredità di Slimane, come anticipato, sarà probabilmente il belga Anthony Vaccarello, direttore creativo di Versus per volontà della stessa Donatella Versace. Pare che tutto sia pronto per l’ingresso dello stilista alla guida della label a partire dal prossimo 1 maggio, almeno stando a Wwd.
Sarà in grado di camminare a passo svelto e sicuro sulla scia di Slimane? E quest’ultimo, cosa farà? C’è chi lo vede già pronto per colmare il vuoto lasciato da Simons presso Dior, ancora in attesa di un leader. Anche questo per il designer sarebbe un ritorno alle origini. Sarà l’inizio di un nuovo, glorioso percorso?


Potrebbe interessarti anche