News

Hugo Boss approda in Galleria a Milano

Martina D'Amelio
2 ottobre 2015
Il rendering della nuova boutique Hugo Boss in Galleria.

Il rendering della nuova boutique Hugo Boss in Galleria.

Hugo Boss si aggiudica cinque piani e tre vetrine in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano: andrà ad occupare con una boutique, una art gallery e una zona lounge con vista il posto della Zecca dello Stato e del Bar Sì.

Conclusosi l’iter di assegnazione di spazi cielo-terra da parte dell’amministrazione comunale nell’esclusivo Salotto dei milanesi, il brand tedesco è uscito vittorioso grazie a un’offerta di 3 milioni e 401mila euro di canone annuo (la base d’asta era di 977.218 euro).

In concessione per 18 anni un’area di circa 956 metri quadrati per la quale il marchio luxury ha presentato un ambizioso progetto che prevede, oltre a una boutique di abbigliamento e accessori uomo/donna con area dedicata al su misura, un’art gallery all’ultimo piano dove troveranno posto le opere d’arte moderna vincitrici del biennale Hugo Boss Prize e un’area lounge con terrazza annessa.

Un piano di gestione e ristrutturazione che è stato valutato ben 89 punti e che non aspetta altro che la scadenza delle concessioni dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e del Bar Sì a fine 2016 e il benestare della Soprintendenza per essere realizzato, lasciando a bocca asciutta gli altri top brand che avevano tentato l’impresa, tra i quali si annoverano Salvatore Ferragamo e Valentino.


Potrebbe interessarti anche