News

Hugo Boss prevede nuovi risultati record nel 2012

staff
21 marzo 2012

Il gruppo tedesco di prêt-à-porter Hugo Boss ha dichiarato mercoledì di attendersi dei nuovi risultati record quest’anno, fiducioso della sua strategia di gestione di negozi sotto la propria direzione e del successo crescente del marchio fuori dall’Europa.

Hugo Boss prevede quest’anno un aumento del suo fatturato, aggiustato degli effetti del cambio, “di fino al 10%”, e “vi contribuiranno tutte le regioni e i canali distributivi”, secondo un comunicato.

Nel 2011, le sue vendite sono progredite del 19%, a quasi 2,06 miliardi di euro, crescendo del 15% in Europa, del 24% negli USA e del 34% in Cina.

Hugo Boss ha basato la sua strategia di crescita sui suoi negozi gestiti direttamente e conta di aprirne una cinquantina in più quest’anno nel mondo, oltre a rinnovare i già esistenti. Il margine operativo lordo (Ebitda prima degli straordinari), che il gruppo considera come il suo utile operativo, dovrebbe crescere leggermente di più del fatturato quest’anno, prevede ancora Hugo Boss.

Il suo Ebitda prima degli straordinari è arrivato a 469 milioni di euro l’anno scorso, in aumento del 34% in un anno. E il suo utile netto ha raggiunto i 285 milioni di euro, in aumento del 53% in un anno, confermando la cifra provvisoria comunicata all’inizio di febbraio.

In conseguenza di questi eccellenti risultati, i migliori del gruppo fino ad oggi, la direzione di Hugo Boss ha proposto martedì sera un dividendo di 2,88 euro per azione ordinaria (contro i 2,02 euro del 2010) e di 2,89 euro per azione privilegiata (contro 2,03 euro), vale a dire il 70% dell’utile.

A partire da quest’anno, il gruppo ha intenzione di trasformare tutte le azioni privilegiate in azioni ordinarie, atto che dev’essere avallato da un’assemblea generale il 3 maggio. Ogni possessore di azioni privilegiate riceverà azioni ordinarie in quantità equivalente. Lo scopo è di stimolare gli scambi e di rafforzare il peso di Hugo Boss sull’indice MDax dei valori medi della Borsa di Francoforte, dove è quotato.

 

Fonte: Thomson Reuters


Potrebbe interessarti anche