Woman

I 10 best moments di Alessandra Facchinetti da Tod’s

Martina D'Amelio
7 maggio 2016

FASHION-ITALY-TODS-PEOPLE

Alessandra Facchinetti ha lasciato il ruolo di designer da Tod’s dopo 3 anni: un tempo piccolo, se paragonato al grande apporto creativo. Ripercorriamo i suoi momenti migliori nella label dei Della Valle, tra abiti che prima non c’erano e spunti artistici.

Una lunga carriera nella moda – dalla laurea alla Marangoni di Milano ai 7 anni da Miu Miu, poi da Gucci e Moncler, fino ad essere scelta come successore di Valentino nel 2007 dopo il suo ritiro, anche se solo per un anno, e come anima di Pinko Uniqueness nel 2011 – culminata con la nomina a direttore creativo delle linee femminili di Tod’s. Correva il febbraio del 2013 quando gli imprenditori scelsero proprio lei per un compito delicato: creare dal nulla una collezione di abbigliamento per un marchio che fino ad allora si era concentrato sugli accessori. E proprio da questi ultimi la designer è partita, rinnovandoli – suo il merito della creazione di it bags come la Cape, la D-cube, la Double T e la Wave, oltre che quello delle vesti contemporanee del classico Gommino – e abbinandoli a un total look sofisticato, raffinato, mai urlato e dalla qualità rigorosamente made in Italy.

In attesa di vedere in quali altri progetti verrà coinvolta questa talentuosa designer nostrana (nata a Bergamo nel 1972 e figlia di Roby Facchinetti dei Pooh) e che direzione prenderà il marchio Tod’s da oggi in poi, abbiamo scelto 10 best moments della sua carriera, a partire dalla sua prima, attesissima sfilata per arrivare a quella dello scorso febbraio (l’ultima?).

  • Un tributo fortissimo all’artigianalità, alla tradizione, al saper fare italiano. Si chiude con questo messaggio la sfilata autunno-inverno 2016/2017 andata in scena lo scorso febbraio, l’ultima fatica della designer. E cosa c’è di meglio di questo trench in pelle dalle impunture a contrasto per ricordare il suo splendido lavoro da Tod’s?

  • 20 settembre 2013: il debutto in passerella di Alessandra Facchinetti per Tod’s, ovvero il lancio della linea di abbigliamento donna del brand. Una collezione primavera-estate 2014 che racconta attraverso la pelle e rimandi Sixties la tradizione tutta italiana del bel vestire, applaudita dagli specialisti di settore; la prima di una lunga serie al Padiglione dell’Arte Contemporanea di Milano

  • Maxi check, allure mascolina e focus particolari sugli accessori che guardano all’Italian Set: è la seconda collezione (autunno-inverno 2014/2015) disegnata da Alessandra Facchinetti per Tod’s, presentata come di consueto al Pac tra le opere di Boldini e Lucio Fontana

  • Arriva il momento di festeggiare i successi del nuovo direttore creativo: la sede esclusiva è New York per il primo party oltreoceano tutto dedicato ad Alessandra Facchinetti, circondata da celebrities che indossano le sue creazioni, come Katie Holmes

  • L’8 settembre 2014 è una data importante per Tod’s, che celebra con Alessandra la riapertura dello store al 650 Madison Avenue, nuovo simbolo del made in Italy all’estero: anche grazie al suo operato

  • È la sfilata dei fiori che crescono su sofisticati abiti di pelle a rete per la primavera-estate 2015, nel solito Pac che si trasforma per l’occasione in un giardino all’italiana: una collezione sartoriale dallo stile borghese che definisce lo stile Facchinetti e consacra la Cape bag

  • La stilista firma una collezione per l’autunno-inverno 2015/2016 che punta tutto sui capispalla, preziosi e lussuosissimi, con spunti tribal e dettagli in pelliccia; e il Gommino (anche in veste boots) si orna di grafiche

  • Facchinetti opera una svolta urban e cosmopolita per la primavera-estate 2016. I mocassini optano per decori a tutto rock, così come la nuova Double T bag, e anche gli abiti si fanno più sportivi. Senza dubbio, una delle collezioni più riuscite di Alessandra

  • 15 personalità raccontano il fascino della nuova Wave bag. È la Tod’s Band, capitanata da personalità del calibro di Julia Restoin Roitfeld e Tea Falco. Molto di più di una semplice campagna pubblicitaria, ma un vero e proprio inno a tutte le donne di successo: esattamente come la stilista

  • La sfilata autunno-inverno 2016/2017 è preceduta da una speciale performance dell’artista Vanessa Beecroft e interpretata da Karlie Kloss: la modella è distesa su un grande tavolo di legno mentre alcuni artigiani le cuciono addosso un abito come seconda pelle. Un’introduzione fortemente voluta da Facchinetti e Della Valle


Potrebbe interessarti anche