Design

I 5 aeroporti più belli del mondo

Davide Chiesa
30 giugno 2015

airport mexico2

Nel nuovo panorama mondiale dell’architettura, i progetti legati agli eventi sportivi, alle esposizioni internazionali e ai nuovi nodi di scambio dei trasporti sono senz’altro i progetti più interessanti dal punto di vista del concept e della realizzazione. Recentemente è stata stilata una classifica dei gli aeroporti più innovativi e futuristici che attualmente sono in costruzione o che verranno inaugurati nei prossimi anni, ve li presentiamo: Norman Foster ha vinto il concorso per la realizzazione del Mexico City International Airport che aprirà nel 2018. Per questo progetto la scelta è stata quella di preferire una struttura prefabbricata e sostenibile al 100%: l’energia verrà ricavata dalla luce solare e verranno installati sistemi per collezionare l’acqua piovana, il condizionamento dell’aria verrà realizzato con sistemi ecocompatibili in grado di auto mantenere una temperatura costante all’interno.

Alla fine del 2013 è stato inaugurato lo scalo internazionale di Shenzhen Bao’an, in Cina. Concepito e realizzato dallo studio di Doriana e Massimiliano Fuksas, L’aeroporto è stato disegnato con una copertura che utilizza una struttura a nido d’ape e con la forma di un grande pesce metaforico che si trasforma e diventa un uccello per celebrare il volo inteso come fantasia e libertà. Gli interni sono studiati con la medesima filosofia e attraverso le grandi aperture esagonali nei soffitti viene permesso alla luce naturale di illuminare tutti gli ambienti.

Lo scalo di Chongqing Jiangbei aprirà nel 2015 in Cina sul disegno dello studio francese ADPI, specializzato proprio nella progettazione e realizzazione di aeroporti per il gruppo Aéroports de Paris. Una volta realizzato, sarà uno dei 15 aeroporti più grandi del mondo, e proprio per questo motivo nell’idea del progetto è stata privilegiata la presenza del verde; lo scalo cinese è infatti inserito all’interno di un grande parco ed è diviso in due grandi sezioni sinuose, che mutuano le loro forme dalla presenza dei due fiumi che attraversano la città.

Il Changi Airport a Singapore è firmato dall’architetto Moshe Safdie e sarà completato per il 2018. La costruzione del nuovo hub prevede la presenza di una cosiddetta Forest Valley e dei Garden Jewels con una cascata alta più di 40 metri chiamata “il vortice di pioggia”. Tutto il progetto ruoterà attorno al concetto della compenetrazione della natura all’interno dello scalo aereo.

Ci spostiamo in India, dove nel 2014 è stato inaugurato il Chhatrapati Shivaji Airport di Mumbai, ispirato chiaramente ai tradizionali padiglioni aperti della regione indiana. Lo studio americano SOM firma questo progetto, che riesce perfettamente ad integrare le due facce culturali della città: quella globale e quella tecnologica, non perdendo mai di vista l’integrazione con la tradizione storica del paese. Questi sono solo alcuni dei progetti di grande respiro che riguardano gli scali aerei intorno al pianeta, sono già aperti altri importanti concorsi e altri imponenti cantieri per molti siti esotici, pronti a stupirci nei nostri viaggi intorno al mondo.

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com