Architettura

I 5 teatri di design più belli al mondo

Davide Chiesa
22 novembre 2016

teatri0

Durante i nostri viaggi intorno al mondo è un grande classico andare a visitare i monumenti più importanti e gli edifici più particolari delle città che scegliamo come mete. Normalmente l’attenzione si rivolge verso monumenti storici – chiese, palazzi d’epoca, musei o architetture di varia natura –, ma anche i teatri d’opera sono luoghi molto interessanti per scoprire le città e le abitudini degli altri Paesi. Oggi ve ne presentiamo cinque, imperdibili, meravigliosi, affascinanti, sorprendenti.

Dubai Opera
La Dubai Opera è stata inaugurata proprio nel 2016 ed è un teatro multifunzione da circa 2000 posti, ispirato decisamente al design navale: la parte esterna si presenta come un grande scafo circolare che accoglie il palco principale e l’orchestra; gli spazi per il pubblico, i foyers e i servizi sono alloggiati nella restante porzione del guscio, trasparente. Una delle particolarità più interessanti di questo progetto si trova al centro del foyer principale, dove campeggia una bellissima installazione Lasvit in cristallo trasparente.

Gran Teatro Nazionale di Beijing
È un colpo d’occhio mozzafiato la vista del Gran Teatro Nazionale di Beijing, una forma arrotondata e perfettamente liscia che si adagia sopra una grande laguna di acqua calma che ne riflette la silhouette, creando l’immagine di un grande uovo. Costruito da Paul Andreu nel 2007, il teatro offre spettacoli di grande fama internazionale tra cui teatro tradizionale cinese, danza e lirica. Accedere al teatro è un’altra esperienza di grandissimo impatto perché non ci sono porte esterne ma bisogna percorrere un tunnel subacqueo da cui si può godere della vista dell’architettura attraverso il soffitto di vetro.

Sidney Opera House
La Sydney Opera House è uno dei più incredibili monumenti del XX secolo. È stato inaugurato nel 1973 e, dopo più di 45 anni, resta ancora un esempio di architettura veramente moderna.  All’interno del teatro ci sono addirittura sette sale diverse che comprendono la sala concerti, il teatro d’opera, il teatro di prosa, il teatro drammatico, uno studio per stage, un teatro esterno e la sala Utzon per concerti privati. Vengono dati una media di 40 spettacoli a settimana e possiede l’organo meccanico più grande del mondo, con più di 10.000 canne, costruito in più di dieci anni. Il Teatro è diventato negli anni un tale esempio di perfetta architettura e luogo di incontro culturale da valere al suo architetto Jørn Utzon il Pritzker Prize per l’architettura nel 2003.

Royal Danish Opera Copenhagen
Progettato dal celebre architetto danese Henning Larsen, questo teatro affacciato direttamente sul mare è una vera e propria attrazione per i turisti di tutto il mondo. Inaugurato nel 2005, è stato al centro di numerose polemiche per l’enorme costo sostenuto per la costruzione: più di 500 milioni di dollari. Un costo che però è ben visibile ai visitatori; sei sale da teatro per offrire spettacoli teatrali, di danza, opera o concerti, 1703 posti a sedere, 105.000 foglie d’oro per il rivestimento dei soffitti, pavimenti in quercia anticata, speciali lampadari di cristallo boemo sparsi in ogni dove. Un vero e proprio tempio dorato della lirica, come si suol dire.

Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia
Il Teatro dell’Opera di Valencia è in realtà parte di un complesso più ampio progettato dall’architetto Santiago Calatrava e chiamato Città delle Arti e delle Scienze poiché comprende anche un planetario e un museo della scienza. Tre le sale previste per le attività musicali: una sala principale da 1.800 posti che può fungere da teatro per concerti sinfonici, balletti e spettacoli d’opera. L’aula master ha una capacità di 400 spettatori ed è progettata per convegni, conferenze, tavole rotonde e teatro per bambini mentre l’Auditorium superiore può accogliere più di 1.700 persone e ospitare eventi musicali speciali con effetti ottici, video artistici e musica pop. L’edificio è quindi in grado di ospitare fino a 4.000 persone in tre diverse sale, con tre eventi che possono essere in contemporanea. Curiosità del progetto: il tetto del teatro è costituito da due gusci che abbracciano l’edificio sul lato esterno realizzati in acciaio laminato e con un delicato lavoro in ceramica a mosaico, inoltre le stanze per le prove si affacciano all’esterno con ampie vetrate, in modo che i passanti possano vedere quello che succede durante la preparazione degli spettacoli.

 

www.davidechiesa.com


Potrebbe interessarti anche