Psicologia

I 7 benefici del sorriso

Barbara Micheletto Spadini
3 ottobre 2013

Lucia Giovannini 2

Un giorno senza sorriso è un giorno perso” Charlie Chaplin
Nei nostri post sottolineiamo spesso l’importanza di sorridere…ma sai quali sono i reali benefici di questo gesto semplice e naturale, ma così potente? Eccoli qui!

1. É un antidolorifico naturale
Quando sorridi, il tuo cervello rilascia endorfine, sostanze che agiscono come antidolorifici naturali. Proprio le endorfine sono le sostanze che ci fanno sentire felici e meno stressati, inducendo una sensazione di calma e tranquillità.

2. Distende i muscoli (…e le rughe) e ci rende più belli
Sorridere é uno stretching naturale. I polmoni si espandono e i muscoli – e le rughe – si distendono rendendo la pelle più bella e compatta. Quando sorridi sinceramente, sorridono anche i tuoi occhi, lo specchio dell’anima.

3. Rilascia le emozioni
Hai notato che dopo una bella risata, la vita non é poi così male come ti sembrava?
(Sor)ridere aiuta a rilasciare le emozioni bloccate e a vedere le cose da un’altra prospettiva.

4. É un linguaggio universale
Sorridere é un potente mezzo di comunicazione, una calamita per attirare le persone. Ti avvicineresti mai a una persona col broncio? É più facile interagire con gli altri se sei tu il primo a sorridere e a predisporti ai rapporti sociali e questo è vero in tutto il mondo. Il sorriso é il simbolo della felicità, capace di sormontare
ogni barriera linguistica o culturale.

5. É contagioso
Oltre a renderci più affascinanti agli occhi degli altri, sorridere é contagioso. È per questo che é importante circondarsi di persone positive e coinvolgere i nostri amici.

6. Ti dona più fiducia in te stesso
Sorridere ti fa acquistare più fiducia in te stesso. In un colloquio di lavoro, per esempio, sorridere ti fa apparire più sicuro e capace di gestire lo stress agli occhi del tuo interlocutore, una qualità molto apprezzata e ricercata al lavoro.

7. Migliora l’ambiente di lavoro
All’interno dell’ufficio, un sorriso migliora i rapporti con i colleghi, l’ambiente lavorativo in generale e il tuo benessere personale. Sorridere può diventare un’abitudine. Non sto dicendo di andare in giro con un sorriso stampato a 32 denti per tutto il giorno, ma puoi inserire questo gesto semplice nelle tue abitudini quotidiane con alcuni semplici consigli:
– evita di guardare programmi che ti comunicano solo notizie negative, sii selettiva/o. Scegli commedie e film divertenti. Questo é un ottimo modo per immettere un po’ di energia positiva e leggerezza nella tua vita;
– passa del tempo con persone che ti fanno stare bene: persone ottimiste, con cui condividere la tua felicità e che vogliono condividere la loro;
– ogni cosa può essere osservata da diverse prospettive. Quando ne sei consapevole, riuscirai a cogliere il lato ironico di ogni situazione.

Esercizio di chiusura per i lettori di Luuk Magazine: ridi che ti passa
Lo scopo di questo esercizio è allenarti a ridere. All’inizio ti potrà sembrare strano, forse ti sentirai goffa e forse la tua mente ti chiederà cosa hai da ridere.
Dopotutto la vita è una cosa seria e anche i tuoi problemi lo sono. Ma è proprio qui il punto. Allenarci a ritrovare la giocosità e la leggerezza di un bambino. Guardati allo specchio e ridi per almeno 1 minuto. Da fare ogni mattina appena svegli e ogni sera prima di addormentarsi! Per almeno 1 settimana di seguito.

A cura di Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche