Arte

I Bronzi di Riace trovano casa al Museo Archeologico di Reggio Calabria

Elisa Monetti
7 maggio 2016

calabria_bronzi

Dopo dieci anni di restauri, e con quasi 34 milioni di euro stanziati da Governo, Mibact e Regione, riapre finalmente al pubblico Palazzo Piacentini, ovvero il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.
I celeberrimi Bronzi di Race, già restituiti alla città nel 2014, sono solo i capofila di una collezione senza pari che vede tra i suoi ranghi moltissime opere di inestimabile valore che vanno dalla preistoria alla Magna Grecia, come due teste in bronzo del V sec a.C. ritrovate nello stretto di Messina e tavolette votive, pinakes, della città di Locri incredibilmente ben conservate. Una collezione ricchissima per un museo altrettanto prezioso: “Uno dei più importanti sulla Magna Grecia , ha affermato l’archeologo Salvatore Settis.

fotonews1
L’edificio, altrimenti noto come Museo Nazionale della Magna Grecia, nasce dal progetto di Marcello Piacentini, ispirato dalla forte conoscenza del panorama museale europeo, in epoca fascista, 1932 – 1940, già da allora, tra i primi d’Italia, con destinazione espositiva.
Ad oggi, dopo il restauro, il museo è un punto di raccordo tra “l’archeologia, il paesaggio e la tecnologia più avanzata”, citando le parole di Paolo Desideri, architetto del gruppo ABDR (Arlotti, Beccu, Desideri, Raimondo), curatore del restauro.

Il-nuovo-Museo-Archeologico-di-Reggio-Calabria
Lo stesso Desideri, all’inaugurazione, dice del museo: “Un concentrato di primati e di sorprese che ha caratterizzato ogni scelta di noi progettisti. Dal nuovo allestimento museale che accompagna la narrazione espositiva, alla nuova lobby che funziona come grande polmone bioclimatico dell’edificio, alla sorprendente tensegrity che supporta la copertura vetrata del cortile interno, alla nuova caffetteria che apre alla spettacolare vista dello stretto, al sofisticato impianto di filtrazione dell’aria della sala Bronzi”.

150702170100Insomma, un’opera monumentale che promette di regalare a Reggio Calabria un flusso inedito di turisti. Una collezione d’inestimabile ricchezza avvalorata da un ambiente altamente tecnologico immersa in un paesaggio d’innata bellezza. Un gioiello che torna a risplendere.

 

Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria
Piazza Giuseppe De Nava, 26 – Reggio Calabria
Orari: da martedì a domenica 9:00 – 20:00; chiuso il lunedì


Potrebbe interessarti anche