Advertisement
Arte

I capolavori dell’Ermitage a Torino

Federico Turrisi
6 aprile 2016

image001

Fino al 4 luglio Palazzo Madama di Torino ospita la mostra “Da Poussin agli impressionisti. Tre secoli di pittura francese”, che comprende oltre settanta opere provenienti dalle collezioni del Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.
La rassegna mette in evidenza la fortuna dell’arte francese in Russia, soprattutto a partire dall’epoca della zarina Caterina II, e illustra l’evoluzione della pittura d’oltralpe, prendendo le mosse dalla prima metà del XVII secolo fino ad approdare agli ultimi anni dell’Ottocento, periodo in cui si prepara il terreno alle avanguardie primonovecentesche.
Il percorso si apre con il caravaggista Simon Vouet e con le atmosfere classiciste di Nicolas Poussin e Claude Lorrain; prosegue con le opere dei maggiori esponenti del Rococò francese, tra cui ricordiamo Jean-Antoine Watteau, François Boucher e Jean-Honoré Fragonard. Dal gusto prezioso e raffinato, tipicamente settecentesco per la ricercatezza decorativa, si passa alla compostezza del Neoclassicismo, di cui massimo interprete fu Jean-Auguste-Dominique Ingres. Dopo aver attraversato le stagioni della pittura romantica e di quella realista (due nomi su tutti: Eugène Delacroix e Jean-Baptiste-Camille Corot), si arriva alla rivoluzione impressionista, alla quale aderirono artisti come Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley e Camille Pissarro. L’itinerario della mostra si chiude con due capolavori firmati da Paul Cézanne (Natura morta con tenda) e Paul Gauguin (Paesaggio con capre) e con due nature morte di Henri Matisse, antecedenti al periodo fauve.
Anche il visitatore più esigente non rimarrà deluso. Si tratta di un’occasione unica per ripercorrere tre secoli di pittura francese attraverso le tele appartenenti ad una delle istituzioni museali più prestigiose del mondo: l’Ermitage di San Pietroburgo.

Da Poussin agli impressionisti. Tre secoli di pittura francese
11 marzo 2016 – 4 luglio 2016
Palazzo Madama – Piazza Castello, Torino
Orari: lun-mer-gio-ven 10.00 -18.00, sab 11.00-19.00, dom 10.00-19.00. Chiuso martedì. La biglietteria chiude un’ora prima


Potrebbe interessarti anche