Advertisement
Beauty

I consigli della make-up artist di Arisa

Barbara Micheletto Spadini
14 marzo 2014

arisa

Fare gioco di squadra al femminile è possibile. Dallo studio del look, alla crescita umana e professionale. Dalla forte empatia alla creatività che si sprigiona grazie a una grande passione comune, che può essere riassunta nella parola “bellezza”. Arisa e Sara Di Stefano, sua truccatrice a Sanremo, sono un caleidoscopio di idee. Sara ci ha concesso un‘intervista in esclusiva per permetterci di scoprire il loro mondo.

    •    Quando un big si presenta a Sanremo, il pubblico non sa mai che look aspettarsi: Arisa ha sfoggiato un make-up molto semplice, ma di grande impatto. In che modo è stato creato lo stile sanremese di quest’anno?
Ascoltando il suo album e parlando con lei ho percepito un cambiamento e il suo bisogno di apparire se stessa.

    •    Ciglia e sopracciglia hanno un ruolo centrale,che tipo di lavoro hai fatto per rendere il suo sguardo profondo e, al tempo stesso, naturale?
Nei mesi precedenti abbiamo lasciato infoltire le sopracciglia, ritrovando la loro forma naturale. Riguardo le ciglia, invece, sia io che Arisa non amiamo l’effetto artefatto delle ciglia finte, ma piuttosto l’intensità che donano agli occhi le ciglia folte ma naturali. Per ricreare questo effetto utilizzo tre tipi di mascara differenti, sia sulle ciglia superiori che su quelle inferiori, kajal nella rima interna superiore e poi, con un pò di pazienza, applico delle ciglia finte a pelo singolo, naturalissime!

    •    La base più importante di un make-up riuscito è senza dubbio la pelle: quali sono i trattamenti di bellezza utilizzati da Arisa per preparare il suo viso, renderlo luminoso e impeccabile?
Arisa ha la grande fortuna di avere una pelle molto bella naturalmente, ma ne ha anche grande cura nel quotidiano. Prima di iniziare il make up è importante detergere la pelle e riattivare la circolazione, un piccolo trucco che posso svelare è una portentosa maschera di Lush 100% naturale che ho scoperto di recente, in 10 minuti dona una pelle stupenda!

    •    Arisa ha lavorato come estetista, un asso nella manica che può utilizzare anche ora per partecipare attivamente alla creazione dei suoi look, quanto conta il suo contributo artistico nel vostro percorso?
Conta molto, come ho già detto Arisa sa come prendersi cura del suo corpo e il mio lavoro è sicuramente avvantaggiato da questo. Da parte sua c’è la giusta dose di fiducia e collaborazione, parliamo molto e facciamo tanta ricerca. Ad ispirarci può essere un’immagine, una musica, un vecchio film o una celebrity, l’importante è che smuova qualcosa in noi.

    •    In che modo è cambiato il look di Arisa dai suoi esordi ad oggi?
Beh è cambiato molto e chissà quanto cambierà ancora.Lei è un caleidoscopio di idee, una sperimentatrice ed è un piacere lavorare insieme, mi permette di osare e dosare! Il suo primo look, interamente ideato da lei, fu geniale ai tempi; credo fosse non solo una bella idea ma anche un modo per proteggere Rosalba. Ora è una donna e si presenta al pubblico senza sovrastrutture.

    •    Incarnato impeccabile e focus sulle labbra sono il binomio vincente del make-up sanremese di Arisa. La scelta delle nuance dei rossetti che ha indossato è stata molto originale e coraggiosa, qual è stato il mood che vi ha guidato nell’universo infinito del colore?!
Il mio primo intento è stato quello di evitare il rossetto rosso! Non che io abbia nulla contro questa nuance, anzi, la amo molto, la trovo estremamente raffinata ed immortale, ma volevo che il beauty look di Sanremo la rappresentasse al massimo, facendo coesistere la sua raffinatezza e semplicità, insieme alla sua vena più estrosa e originale, rappresentata dai colori accesi dei rossetti. Nella scelta non mi sono posta limiti, volevo solo colori brillanti, freschi e meno banali.

    •    Il make-up di Arisa è stato realizzato con i prodotti diego dalla palma Milano, un brand professionale utilizzato anche dai non addetti ai lavori. Puoi svelare qualche segreto alle lettrici di Luuk Magazine che desiderano realizzare un look che si ispira a quello di Arisa pur non essendo make-up artist?
Spero che tramite questo look Arisa sia riuscita a far capire alle donne che si può essere bellissime senza bisogno di mascherarsi seguendo i tutorial sul web! Basta un buon fondotinta, correttore, blush e mascara per essere impeccabili. Un segreto per illuminare il vostro make-up? Usate un primer illuminante non sotto la base, ma a lavoro ultimato per creare dei naturalissimi punti luce.

Biografia: Sara Di Stefano ha trentaquattro anni è romana ma vive a Milano.Da sempre attratta dalla bellezza a trecentosessanta gradi, si diploma all’IED in scenografia e costume. Dopo varie esperienze nel campo, si specializza nel make-up, sperimentando questa arte in tutti i settori, dalla moda, al cinema, al teatro e alla tv.Negli ultimi anni si dedica in particolar modo a seguire come personal, sia per il make-up che per l’hair styling, personaggi dello spettacolo. Tra gli altri Arisa, Geppi Cucciari, Natasha Stefanenko.

Intervista a Sara di Stefano
A cura di Barbara Micheletto Spadini


Potrebbe interessarti anche