I Gemelli: quando uno solo non basta!

Massimo Urbano Ferrari
22 maggio 2015

Astrologia

Il segno che annuncia il feroce trapasso tra la stagione primaverile e quella estiva è un segno doppio. Siamo nel vivo del periodo più denso, profumato e fosforescente dell’anno. C’è bisogno di un’incredibile energia per far fronte a questa grande esplosione di gioia. Ed ecco che, tenendosi per mano e cercando stimoli stuzzicanti e veloci, i nostri Gemelli avanzano furtivamente sulla scena.

Segno d’aria, intelligente e rapido, i Gemelli amano curiosare. Tutto lo scenario che si muove loro attorno diventa una palestra proficua di analisi percettive che, passando tra mille livelli sensoriali, è sondata e analizzata in maniera effervescente e simpatica. I Gemelli sono due, forse perché uno solo non basterebbe a placare la sete di curiosità di cui il segno è intriso! Mille progetti, mille incontri, mille opportunità corrono intorno al segno muovendo i fili di una vita sempre tesa, eccitabile e vivace.

Non a caso il pianeta guida di questo segno è un giovanissimo Mercurio, qui in veste di briccone e giocherellone. Quando crescerà, si trasferirà nell’organizzatissima Vergine. Per il momento questo Mercurio vuole solo divertirsi e assaporare tutti i piaceri della vita. E sceglie come dimora proprio (e non a caso) il nostro segno doppio.

I Gemelli portano leggerezza e briosità in tutte le feste. A volte, però, sotto la veste di gaiezza, c’è una polarità che vive nell’ombra. E’ un lato d’ombra che il nativo cerca di arginare e non sempre ci riesce. Da questa doppia polarità nasce anche il sottile filo nervoso che a volte percuote il segno lasciandolo instabile e mutevole.

Proprio come una bellissima giornata d’estate, che sul finire, sarà rinfrescata da un furioso temporale.