Lifestyle

I miei cinque ristoranti gourmet d’hotel

Tiziana Cosso Olivetti
4 agosto 2017

Gli Hotel nascondono spesso e sempre di più ristoranti di grande livello capitanati da Chef di prim’ordine che regalano esperienze gourmet indimenticabili. Piatti come opere d’arte e location esclusive che restano nella memoria come luoghi in cui ritornare.

Ecco i miei cinque indirizzi da non perdere.

Ristorante del Belmond Grand Hotel Timeo, Taormina
Il luogo è già impareggiabile così, grazie all’Etna sulla destra e alla visuelle di Capo Taormina e del mare davanti e sulla sinistra. Un vero e proprio dipinto in cui trova spazio il  sontuoso Ristorante che propone piatti della tradizione siciliana e mediterranea curati da Chef Roberto Toro – che ha allestito in maniera impeccabile la cena dei grandi del G7 dello scorso giugno – , un tripudio di sapore e di colore con riguardo verso la stagionalità dei prodotti e dei vini locali, oltre le etichette esclusive. La Sicilia a tavola, immersi nella sua storia. Consigliata la prenotazione.

Ristorante Mirabelle, Hotel Splendide Royal, Roma
Un luogo iconico a Roma, dove si incontra un pubblico internazionale e dove si ha la sensazione di essere sempre da soli, come unici ospiti di riguardo. La cucina è quella di Chef Stefano Marzetti, stagionale e rigorosamente a chilometro controllato, i sapori sono quelli autentici e rivisitati in chiave moderna. Una esperienza unica è offerta dalla nuova Cave Privée con centinaia di etichette preziose dove è possibile organizzare degustazioni private. Lo scenario è mozzafiato: tutta Roma sotto questa terrazza irripetibile. Prenotare è d’obbligo.

Ristorante Manin Restaurant & Garden, Hotel Manin, Milano
Un angolo di pace e tranquillità, un’oasi di verde nel cuore di Milano grazie a questo spazio riportato di recente al suo splendore che si trova all’interno del Manin, l’Hotel storico della città lombarda. Il ristorante propone cucina tipica milanese e internazionale adatta a soddisfare tutta la clientela. La parte esterna del Garden è un vero e proprio spazio perfetto per aperitivi serali e pranzi di lavoro. Molto frequentato a pranzo grazie al corner light lunch delle insalate, alla sera cambia veste, meglio prenotare.

Ristorante La Trattoria Enrico Bartolini, L’Andana, Castiglione della Pescaia
Un ristorante contemporaneo che si mescola alla storia di una terra ricca di tradizione, di sapori e genuinità, ingredienti indispensabili dello Chef Enrico Bartolini che ha conquistato nel 2016 la Stella Michelin. Sapori della terra e del mare, stagionalità, una vista meravigliosa sulla campagna toscana, una cantina di 600 etichette e chilometro zero grazie agli orti della Tenuta nei quali Marco Ortolani, Resident Chef, si serve. Aperto solo a cena, utile la prenotazione.

Ristorante Il Palagio, Four Season Hotel, Firenze
Siamo in un Hotel che emana storia e cultura, si sviluppa nei due edifici del Conventino e del Palazzo della Gherardesca e regala la vista di quattro ettari e mezzo di parco botanico che si affaccia sull’Arno, il Giardino della Gherardesca.
Il Palagio è l’elegante ristorante dai soffitti a volta che offre la vista del parco e dove si può pranzare e cenare all’aperto scegliendo un menù italiano e regionale pluripremiato.
Ricerca della tradizione e dei sapori di una volta accompagnati da vini pregiati: 400 le etichette tra cui scegliere. Stella Michelin, il Palagio è curato dall’Executive Chef Vito Mollica. Prenotazione consigliata.


Potrebbe interessarti anche