I nostri blog

I must have non esistono!

staff
10 giugno 2011


Dopo aver dato il primo esame di questa sessione estiva, mi sono sentita libera di tornare a casa, gettare i libri e dedicarmi alla lettura di blog e giornali. Quale modo migliore per risollevarsi da una mattinata di tensione e da giorni di studio intenso? Io, che pensavo di perdermi nei meandri del glam, mi sono ritrovata a leggere di assurdi “Must have”. Inconcepibile.
Proviamo a tradurlo in italiano: avere assolutamente qualcosa, possederla a tutti i costi, e quali costi! Costi altissimi e a volte del tutto ingiustificati. Prendiamo ad esempio le ballerine che Marc Jacobs ci ripropone da anni con il musetto simpatico di un topolino ora glitterato, ora pieno di Swarovski, ora coloratissimo e adesso anche borchiato. Variazioni infinite su un unico tema e, fin qui, non ho nulla da obbiettare considerando che su questo concetto del “fare e rifare” si fonda l’impero della moda. Ma perché spendere 250 euro per poi avere i piedi pieni di cerotti? Conosco almeno tre o quattro ragazze che, ossessionate dalla moda, folli (per aver speso l’assurda cifra) e autolesioniste (per via del dolore da sopportare!), continuano ostinatamente a indossare quelle scarpe scomodissime e dure come la pietra. Devo ammette che anche io anni fa caddi nella tentazione di provarle (perché carine lo sono veramente!), ma mi sembrava assolutamente da escludere l’idea di comprare delle ballerine – il cui scopo primario sarebbe quello di permettermi di camminare con una certa agilità e comodità- che mi facessero male.
Non mi trovate quindi d’accordo con Anna Dello Russo, “la vestale della moda” – come lei ama definirsi – quando dice al mondo (e la sua voce ha un’eco non indifferente nell’ambiente) che “Fashion is always uncomfortable” e se non lo è…non possedete il look giusto! Non è vero per niente. Anzi trovo che sia l’esatto contrario perché quando indosso una gonna troppo corta, una giacca troppo stretta o delle scarpe troppo alte, mi sento una cretina che riesce tutt’al più a deambulare goffamente…altro che eleganza nell’incedere! La moda deve essere concepita come un’agevolazione che è data alla donna per sentirsi più sicura di sé, per sentirsi a proprio agio nei propri panni.
Altro mito da sfatare: i must have sono una ridicola trovata di marketing. E’ sbagliato alla base pensare che sia legittimo il concetto del possedere qualcosa a tutti i costi. Concetto che fa impazzire le ragazzine e indebitare le madri. Io non lo userei mai come termine perché mi sembrerebbe di costringere qualcuno a fare qualcosa. Sarebbe come dirvi “queste scarpe (scomode) vi devono piacere per forza, tutti le compreranno e per essere ALLA MODA voi dovrete fare lo stesso!”. Assolutamente NO! Fate ciò che volete, sentitevi libere di farvi piacere anche cose che non sono in linea con i trend della stagione. Potete decidere di comprare ciò che vi pare.
Il MUST non esiste. L’unico MUST, l’unica cosa necessaria, siete voi!

 

St.efania