Gossip

I più tosti di Hollywood: 10 attori che fanno a meno della controfigura

Clarissa Monti
2 ottobre 2017

Ad Hollywood sono i più tosti, i più spericolati, i più impavidi. Inseguimenti adrenalinici, corse folli in macchina, arrampicate al fulmicotone in cima a ponti e grattacieli non sono nulla per loro, dentro e fuori dal grande schermo.

Di chi stiamo parlando? Degli arditi del cinema: attori e attrici che hanno detto no all’aiuto degli stuntman e non si sono tirati indietro davanti a nessuna sfida. L’elenco è più nutrito di quanto potremmo pensare: c’è chi come Jason Statham è un vero esperto quando si parla di action movie; lo seguono a ruota celeb del calibro di Tom Cruise, Daniel Craig e Matt Damon, senza dimenticare di un’icona del cinema come l’ex Indiana Jones Harrison Ford.

E le ragazze non sono da meno. Tra coloro che non hanno voluto farsi rimpiazzare da una controfigura per girare le scene più pericolose dei loro film ci sono Angelina Jolie, Cameron Diaz e persino Kristen Stewart: tutte si sono sottoposte ad allenamenti durissimi ed ad ore e ore di prove pur di farcela. La più tosta di tutte? Di certo Zoë Bell: del resto prima di diventare famosa come attrice ha fatto per anni la stuntman, vestendo i panni di Xena nella serie tv, ma anche di Beatrix Kiddo in “Kill Bill”.

E chi li ferma più?

  • Chiudiamo con Christian Bale, noto per essere sempre molto meticoloso nella preparazione dei suoi film. Oltre ad aver imparato a suonare diversi strumenti e ad essere ingrassato e poi dimagrito di ben 18 chili per interpretare alcuni dei suoi personaggi, l’attore non si è voluto mai tirare indietro durante le scene d’azione di “Batman”. La sua specialità? Il combattimento corpo a corpo e inseguimenti al fulmicotone in auto!

  • Angelina Jolie è una tra le più impavide ad Hollywood. Non solo ai tempi delle riprese di “Tomb Raider” non ha voluto l’aiuto della controfigura per saltare da un’auto in corsa, ma non ne ha fatto uso nemmeno durante le scene più adrenaliniche di “Salt”.

  • Anche se Harrison Ford ha sempre avuto al suo fianco uno degli stuntman più bravi, Vic Armstrong, nei film di Indiana Jones ha voluto “fare da sè” in numerose occasioni, compresi pericolosi inseguimenti in auto e acrobazie in aria appeso ad un elicottero.

  • Jason Statham, un nome, una garanzia. L’attore è un vero esperto quando si parla di azione: conta all’attivo più di 40 film, in molti dei quali non ha voluto una controfigura. Un esempio? L’adrenalinico “Death Race”.

  • Lei di controfigure non ne ha mai avuto bisogno: del resto, prima di fare l’attrice era una stuntman. Zoë Bell è da sempre un amante degli sport più estremi e ha portato la sua abilità sul grande schermo, prima come controfigura di Xena, poi recitando come protagonista nei film di Quentin Tarantino. Uno su tutti, “Grindhouse”.

  • Un altro che non sembra tirarsi indietro davanti a nulla è Tom Cruise. In “Top Gun” ha guidato un vero jet, per “L’Ultimo Samurai” ha imparato a combattere con le spade e per “Mission Impossible: Protocollo Fantasma” ha scalato un altissimo grattacielo a Dubai. Che osso duro!

  • Per interpretare la più bionda delle Charlie’s Angels Cameron Diaz si è allenata otto ore ogni giorno per tre mesi. Non solo: nel 2012 per “Innocenti Bugie” ha recitato in tutte le scene di guida, anche le più spericolate.

  • L’ultimo James Bond ha il volto di Daniel Craig: l’attore è un grande sportivo e ci tiene moltissimo a recitare in tutte le scene d’azione, anche quelle più pericolose e spericolate. Un uomo tutto d’un pezzo dentro e fuori dallo schermo.

  • A sorpresa rientra nella nostra lista anche Kristen Stewart. Dimenticatevi di “Twilight”: l’attrice ha dato il meglio di sé nelle scene d’azione in “Biancaneve e il cacciatore”. “Mi ha fatto arrancare attraverso acque gelide e lanciare giù da delle scogliere. Effettivamente potevo vedere il dolore e la fatica sul suo volto. È stato meraviglioso”, ha raccontato il regista del film Rupert Sanders.

  • Per vestire i panni di Jason Bourne nella celebre saga cinematografica, Matt Damon non si è certo risparmiato: non solo si è sottoposto ad un duro allenamento per imparare a combattere e a tirare di boxe, ma ha voluto partecipare attivamente anche alle scene di guida più spericolate e alle sequenze sott’acqua.


Potrebbe interessarti anche