I nostri blog

I poteri di un cappotto colorato

staff
17 novembre 2011


L’altra sera, mentre ero a cena con la mia migliore amica venuta da Roma, tra una chiacchiera e l’altra, mi sono sentita dire: “Ma l’azienda SGMS è nuova? Ho visto sul blog che hai comprato qualcosa!”. Effettivamente forse anche voi, non essendo molto pratiche del settore modaiolo, avreste sbagliato, come ha fatto la mia amica, nella pronuncia della marca in questione, considerando che quattro consonanti accoppiate nella lingua italiana non sono facili da ricordare. MSGM è il nome corretto. Io avevo presupposto che fosse un acronimo, ma effettivamente dei puntini di interpolazione non v’era traccia! Pare che il designer fondatore della maison si sia ispirato al nome del suo gruppo musicale preferito: gli indie MGMT. Comunque il brand è indubbiamente uno dei più interessanti del momento, considerando anche che prevede la rivisitazione di grandi capi della storia della moda. Basti pensare alle tipiche giacche in tweed di Chanel, alle quali aggiunge delle lunghe catene alle estremità, dorate e argentate, rendendole più contemporanee e rock. Ma non fatevi ammaliare: belle son belle ma una giacca costa sui 600 euro.
E proprio a questo proposito, l’altra sera ho spiegato alla mia amica che acquistare d’inverno troppe giacche e vestitini non ha molto senso, soprattutto per chi come me non conduce una vita mondana e non ama passare da una discoteca all’altra. Io preferisco investire le mie limitate finanze nell’acquisto di giacconi e cappotti. Sono i capi più caldi e più utili, inoltre indossarne di diversi permette di cambiare look con molta facilità, rendendo di volta in volta diversi anche i jeans e i soliti maglioncini. Partendo dal presupposto che io sono assolutamente certa di questa mia affermazione e che ormai da molti anni la metto in pratica, sono arrivata ad accumulare un numero molto alto di cappotti e giacconi: uno nero dal taglio imperiale, un altro nero con dei meravigliosi inserti in pelle, un trench beige imbottito, un cappottino color cammello con dei bottoni in pelle marrone, il classico Max Mara, il Moschino rosso e bon ton, l’adorato e caldissimo Eskimo fucsia, un giaccone vintage verde brillante (che nel suo showroom, fece innamorare il signor Marani), tre indistruttibili e vetusti Moncler. E ultimo acquisto: il giaccone “fragola” a doppio petto con inserti e bottoni neri di MSGM. Una vera e propria chicca per chi ama le giacche dal taglio maschile e i colori brillanti.
Adesso sono in treno, vi sto scrivendo da qui. Mi giro e vedo una indistinta schiera di giacche nere, con qualche punta di rosso qua e la. Una desolazione, insomma! Perchè non fare come me ed osare con i colori anche nella stagione fredda? Ma prima di farlo accertatevi di possedere nel vostro armadio almeno un paio di cappotti dai colori neutri da poter abbinare su tutto. Dopo di che potrete “darvi al colore” senza riserva. MSGM o no, corto o lungo, sfiancato o a cappa.
Scegliete quello che più vi si addice e ricordate che anche una giornata grigia (come il mio umore di quest’istante) potrebbe essere ravvivata da un eccentrico e colorato cappottino.
Con la speranza di esservi sempre utile,

 

St.efania