Beauty

I prodotti salvavita di cui nessuno parla mai

Giovanna Lovison
5 gennaio 2015

FOTO COPERTINA

La verità è che del mondo beauty ci piacciono spesso i prodotti più lussuosi: vedere allineate sulla mensola del bagno o infilate nelle nostre pochette tutte quelle confezioni laccate, preziose e anche coloratissime ci fa sentire su un set di Hollywood o dentro la profumeria più in.

A volte, però, non sono queste le cose di cui abbiamo davvero bisogno. Soprattutto in questo periodo dell’anno, nevicate, raffiche di vento e temperature polari trasformano in un incubo il momento del make up. Arrossamenti e screpolature rendono l’applicazione di qualsiasi cosmetico un vero inferno ma, cosa ben più grave, rovinano l’effetto finale facendoci sembrare delle mummie post disgelo. I prodotti giusti in questi casi hanno confezioni e packaging meno glamour rispetto ai nostri standard ma promettono di rimettervi in sesto in men che non si dica.

FOTO 1

# Naso screpolato
Nel caso di raffreddore e massiccio ricorso si fazzolettini, sappiamo che il nostro naso non solo si arrossa ma si screpola inesorabilmente, soffiata dopo soffiata. Il prodotto miracoloso si chiama Rinopaidolo, si compra in farmacia ed è un balsamo che combina l’azione lenitiva ad un fortissimo potere idratante ed un leggero profumo balsamico.

# Mani di cartavetrata
Dopo sciate e passeggiate in montagna o lunghe maratone di shopping natalizio, le mani iniziano ad accusare il colpo. La classica crema mani diventa, però, praticamente inutile e incapace di alleviare secchezza e pelle ispessita. In questo caso, l’ideale è puntare su balsami multitasking, da utilizzare da soli per un effetto d’urto o combinato ad una crema mani densa e corposa. Se volete aggiungere alla vostra collezione cosmetica un pezzo storico della profumeria, puntate sulla celeberrima Eight Hour Cream di Elizabeth Arden: un baume tuttofare perfetto per viso, labbra, unghie e capelli. L’alternativa più cheap ma altrettanto valida è quella di passare in farmacia e chiedere la Homeoplasmine Boiron: l’idea di fondo è la stessa, elevato potere idratante e lenitivo per le zone che ne hanno più bisogno.

FOTO 2

# Labbra secche e cuticole taglienti
A patire il freddo come non mai sono soprattutto labbra e cuticole. Con labbra ruvide e piene di pellicine è decisamente meglio evitare rossetti e tinte: l’effetto sarebbe a dir poco catastrofico e controproducente. Il modo migliore per affrontare la situazione è fare uno scrub con miele e zucchero di canna e massaggiarlo con uno spazzolino da denti. Una volta terminata l’operazione, potete papparvi il tutto e stendere un balsamo idratante. La maggior parte dei burro cacao presenti nella grande distribuzione sono poco efficaci e l’ideale è puntare su una formula ricca e nutriente. Anche stavolta, la farmacia è il posto migliore in cui recarsi e uno dei prodotti migliori da chiedere è il Rệve de Miel di Nuxe. Applicato abbondantemente prima di dormire, lasciato in posa tutta la notte e rimosso il giorno dopo con una velina, vi aiuterà a riavere labbra da baciare. Che fare, invece, con pellicine e cuticole che rovinano la nostra manicure? Il modo migliore per rimediare è applicare dei balsami super nutrienti, come la crema Morbidissima di Lush o il Crème Abricot di Dior. Massaggiati per bene e lasciati agire, risolveranno la situazione in tempo record.

# Pelle del viso spenta e disidratata
Anche la pelle del viso, esposta al freddo o provata da influenza & co., appare non solo screpolata ma anche spenta e bisognosa d’idratazione. Il trucco stavolta arriva dai kit dei make up artist più famosi e si chiama Embryolisse e si compra in farmacia. Questo famosissimo latte-crema idratante e ad assorbimento ultra rapido è perfetto sia da stendere prima del trucco, per rendere il fondotinta più facile da stendere quando la nostra pelle è secca e disidratata, è sia da utilizzare come impacco o maschera, di giorno ma anche di notte. E per lo struccaggio, poi, non dimenticate di usare qualcosa di delicato ed efficace. Perfetta sia per il viso che per gli occhi è l’acqua micellare, dalla classica Bioderma alle versioni più economiche e reperibili di L’Oréal o Garnier.

FOTO 3

# Chiome spente ed aride
Spesso sottovalutiamo l’effetto che il freddo causa anche sui nostri capelli. Così come fanno il sole e le temperature più calde, anche una colonnina di mercurio sotto zero non aiuta di certo alla salute delle lunghezze. L’ideale, oltre a nutrirli con olii e maschere nutrienti in fase di lavaggio, è quello di applicare quotidianamente una crema idratante. La Phyto 7 e la Phyto 9 sono delle vere e proprie creme idratanti per o capelli. Non temete l’effetto unto e grasso: la giusta quantità di prodotto massaggiata sulle lunghezze si assorbe in pochi secondi e lascia le chiome leggere e morbide.

Scommettiamo che ora freddo e raffreddore non vi coglieranno più impreparate?


Potrebbe interessarti anche