Advertisement
Food

I regali da mettere in tavola

Caterina Giso
11 dicembre 2013

CookingDrops131211

Il budget per i regali di Natale degli italiani è in calo. Nonostante questo la tradizione del regalo non può essere abbandonata. Messo da parte il superfluo, via libera a un Natale in chiave enogastronomica. Lo dice Turismo Verde Cia – Confederazione italiana agricoltori, spiegando che 6 regali su 10 saranno da mettere direttamente in tavola.
Ecco allora qualche idea per stupire le papille gustative anche sotto l’albero.

Il pandoro per eccellenza quest’anno è firmato Ecor: un Pandoro, dalla soffice pasta a lievitazione naturale e dal goloso profumo di vaniglia. Ecor propone anche Dolcestella: un dolce realizzato con farina di farro e con un accurato processo di lavorazione che conta ben cinque impasti, lievitato naturalmente con pasta acida. I dolci per il Natale di Ecor sono creati con la collaborazione della consolidata sapienza artigianale e dolciaria di Fraccaro di castelfranco Veneto, che realizza i suoi prodotti solamente con lievito madre. La loro veste fresca, vivace e dai toni sgargianti, diverte anche i più piccoli con le sue figure ritagliabili.

Immancabile panettone: anche quest’anno Trussardi sostiene parte il progetto di nutrigenomica della Fondazione Umberto Veronesi circa i benefici della curcuma sulla salute di tutti noi realizzando un panettone fedele alla tradizione gastronomica milanese, ma con una forte attenzione all’aspetto nutrizionale. Lo chef stellato del Ristorante Trussardi alla Scala, Luigi Taglienti, ha sviluppato una ricetta innovativa con l’utilizzo della curcuma lo rende un alimento che concorre al bilanciamento di una dieta sana. Un regalo gradito, di valore, di alta gamma perché artigianale e soprattutto, a sostegno di un buona causa (trovate questo speciale panettone in piazza della Scala 5 a Milano presso al Ristorante Trussardi alla Scala).

Se avete voglia di regalare un’affascinante guida culinaria non vi resta che andare in libreria: dall’amore per il cibo e dall’attenzione perla tradizione nasce “Venezia nel piatto… ma che piatto!” edito da Marsilio, il nuovo libro di Enrica Rocca (provatele sue lezioni di cucina! – www.enricarocca.it) dedicato a celebrare la memoria gastronomica veneziana. Oltre 65 diverse ricette della tradizione enogastronomica veneziana, frutto di un territorio in cui acqua e terra si compenetrano e in cui il pesce e i crostacei della laguna e del mare Adriatico si uniscono alle verdure e alla frutta delle isole dell’estuario, alla carne e la cacciagione della terraferma e alle spezie provenienti dall’Oriente.

La moka è sempre sotto l’albero! Il simbolo italiano della moka per eccellenza? Bialetti. che ha appena celebrato i suoi 80 anni con una bellissima mostra al museo della permanente di Milano. Se volete rispettare il colore della tradizione affidatevi a Diva, la nuova macchina per espresso Bialetti a sistema chiuso, compatta e semplice da usare, pensata proprio per esprimere al meglio tutte le potenzialità di gusto delle capsule Bialetti. Più fashion, Mokissima, disponibile anche in versione camouflage. Tazzissima invece è la macchina per il caffè che unisce eleganza e tecnologia.

Chi di voi non ha mai pensato di regalare una bottiglia? In questo caso affidatevi a Valdo, leader nella produzione di Prosecco Superiore Valdobbiadene.
Valdo presenta due proposte per il Natale: Marca Oro Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, dall’inconfondibile profumo fruttato con sentori di mela selvatica, Golden, di fiori d’acacia e di miele, dal sapore snello e gentile, con una leggera amabilità residua e il perlage a grana finissima e persistente, e Cuvée del Fondatore Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, millesimato della linea prestigi, dai profumi di frutta matura, banana, nocciola, vaniglia e un lieve sentore di mielato, dal sapore pieno, armonico, vellutato, dalla pronunciata personalità.

Si sa, alla fine si esagera sempre a tavola durante le feste. L’ultimo consiglio è per voi: se volete farvi un regalo scegliete Brioschi. Brioschi compresse da portare sempre con voi! Il pratico e comodo formato, da utilizzare senz’acqua, ci aiuta a tornare subito attivi e vitali. Il gonfiore e lo stress sono ormai un problema lontano: il peso della digestione non ci ostacola più e siamo subito pronti per ripartire.

Caterina Giso

Caterina nella vita si occupa di e-book (www.ecandybook.com), e in generale di libri, stampati e non. Ha la passione per i viaggi, per la cucina e un grande amore per le caramelle di ogni genere. 


Potrebbe interessarti anche