Beauty

I superpoteri dell’olio di cocco

Giovanna Lovison
14 marzo 2016

Olio di cocco

Complice il fatto che noi donne siamo deboli quando si tratta di beauty shopping e ci piace disseminare il bagno di boccette dal pack accattivante ed acquistare ogni novità che si affaccia sul mercato, spesso ci ritroviamo a possedere prodotti di tutti i tipi. Maschere idratanti, creme lenitive, sieri per capelli, olii per il corpo e chi più ne ha, più ne metta. Avete mai pensato, però, che a volte basterebbe avere un solo prodotto da utilizzare per gli usi ed i bisogni più disparati? Se vi sembra un’utopia dovrete ricredervi perché il prodotto miracoloso esiste, è economico e si chiama olio di cocco.
Tralasciando il profumo goloso che vi spingerà sicuramente ad assaggiarlo almeno una volta (purtroppo, il gusto non è altrettanto paradisiaco), l’olio di cocco è famoso per avere la consistenza di un balsamo solido durante i mesi più freddi per diventare poi liquido all’innalzamento delle temperature e, per questo, è venduto in barattolo e non nei classici flaconi. L’olio dà il meglio di sé utilizzato sui capelli. Per una luminosità estrema, per combattere la secchezza, per mantenere colore e riflessi sapientemente creati dal vostro hair stylist di fiducia e rafforzare la chioma dalla cute alle punte non c’è nulla di meglio di un impacco rigenerante e restituivo fatto sui capelli asciutti e tenuto in posa da dieci minuti a tutta la notte. Una sua qualità ottima è che, a differenza di olii più grassi, può essere usato abbondantemente anche alle radici perché si sciacqua con estrema facilità e non appesantisce. Addirittura, è così poco unto che una piccola quantità può essere massaggiata sulle punte anche dopo la piega per una sferzata ulteriore di nutrimento.
E che, dire, invece, di quando ci ritroviamo con la pelle secca che più secca non si può? L’olio di cocco può essere massaggiato e tenuto in posa dove volete. Sul viso diventa una maschera idratante che svolge anche un’azione antibatterica, su mani e piedi un impacco nutriente che combatte la disidratazione e sul corpo un trattamento idratante dall’efficacia senza pari. L’ideale è cospargervi abbondantemente il corpo, insistendo sulle zone più critiche come piedi, gomiti e talloni, infilarsi il pigiama e dare tutto il tempo all’olio di penetrare in profondità e fare il suo mestiere: al mattino, dopo una bella doccia calda, faticherete a riconoscere la vostra pelle. Anche la manicure è un momento perfetto per mettere in servizio l’olio di cocco perché ammorbidisce le cuticole e facilità la rimozione della pelle in eccesso attorno all’unghia, la quale beneficerà in prima persona dell’effetto idratante e fortificante dell’olio. Dopo le esposizioni al sole o nel caso di irritazioni, eritemi o piccole escoriazioni, poi, l’olio di cocco è la scelta ideale perché, grazie al suo potere lenitivo e rigenerante, aiuta la pelle a rimettersi in forma ed accelera il superamento del trauma.
Sul mercato ne esistono di tantissimi tipi ma l’importante è che sia un olio di cocco 100% green e che non siano aggiunti al composto altri ingredienti. Prossima tappa, l’erboristeria.


Potrebbe interessarti anche