Arte

Il ‘900 a Palazzo Strozzi, da Kandinsky a Pollock

Elisa Monetti
27 febbraio 2016

00

Perché accontentarsi di essere il trend di una stagione quando si può diventare un classico sempre di tendenza?

Con questo proposito Firenze, protagonista indiscussa della dell’arte rinascimentale, continua ancora oggi ad essere un must per gli amanti delle arti figurative.

Dal 19 marzo al 24 luglio ospiterà infatti una mostra straordinaria e senza precedenti: Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim.

Palazzo Strozzi, dopo il 1949, quando Peggy Guggenheim arrivò in Europa per mostrare oltreoceano il frutto di anni di sapiente e quanto mai lungimirante collezionismo, torna ad offrire le sue sale ai capolavori di una delle raccolte d’arte contemporanea di più elevato prestigio. Un coro di stili, progetti, idee artistiche tra le più originali che, con tutte le loro abissali differenze, compongono quell’intensa melodia che è stato il secolo scorso.

1

Curata da Massimo Barbero, la mostra nasce dalla collaborazione d’eccellenza tra la Fondazione Palazzo Strozzi e la Fondazione Solomon R. Guggenheim di New York.

Un’esposizione che spazia tra luoghi e stili per regalarci un quadro più possibile completo dell’arte del ‘900: Kandinsky, coi suoi colori intensi e le sue forme astratte, l’intramontabile Picasso, la cui fama lo precede, Duchamp e Man Ray sfacciati, che di tutto fecero arte, Burri, Vedova e Dubuffet, maestri dell’informale, Lucio Fontana, immenso, provocatorio col suo spazialismo – il mondo dell’arte e della critica non gli saranno mai sufficientemente grati -, dall’America ancora Rothko, che con le sue tele monocrome emoziona più quanto molti altri potranno mai fare con tutta la tavolozza, De Kooning, ossessivo nelle sue opere mai-finite, e Pollock intenso, forte, unico. Nomi enormi, fondamentali, di cui in Italia non si vede mai abbastanza.

2

La mostra vanta anche numerosissime attività satellite tra cui, per citare una tra le più curiose, il giovedì per i giovani, occasione in cui gli studenti dei licei fiorentini vestiranno i panni di guide della mostra, per accogliere il pubblico con un punto di vista fresco, preparato e per nulla scontato.

Assolutamente una mostra da non perdere per tutti coloro che non hanno la possibilità di viaggiare oltreoceano alla ricerca del cuore dell’arte del secolo scorso, ma anche per tutti gli altri, per non perdere l’occasione di rivivere l’orgoglio fiorentinocentrico anche ai giorni nostri.

 

Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim
19 marzo – 24 luglio
Palazzo Strozzi – Firenze
Orari: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, sabato, domenica 10:00 – 20:00; giovedì 10:00 – 23:00


Potrebbe interessarti anche