Blog del Direttore

Il blog del direttore: nuove rotte e tanti giovani per il fashion system internazionale

staff
9 marzo 2012

Le ultime settimane sono state decisive per le sorti di alcuni dei più grandi designer contemporanei.
Raf Simons ha abbandonato la guida creativa di Jil Sander – dove riapproderà la fondatrice – con una sfilata decisamente indimenticabile: modelle in lacrime, così come gran parte del parterre, e una commossa Franca Sozzani in piedi ad applaudire.
Atmosfera simile sembra aver contagiato anche l’altra capitale della moda internazionale, Parigi, dove Marc Jacobs ha firmato una collezione per Louis Vuitton in grande stile. In molti la considerano già come l’ultima indimenticabile opera per il brand d’oltralpe, prima di passare ad un altro marchio della scuderia LVMH: Dior. Il timone creativo della storica griffe di avenue Montaigne, infatti, è ormai senza guida da un anno e sembra davvero difficile trovare qualcuno in grado di sostituire il discusso John Galliano.
Altro cambio della guardia: quello alla direzione creativa di Yves Saint Laurent, dove sbarca Hedi Slimane – alle spalle un glorioso passato in Dior Homme, che in tanti ancora rimpiangono -, mentre il dimissionario Stefano Pilati è in cerca di una nuova meta.
A casa nostra, invece, sembrano resistere tanti giovani che hanno preso le redini delle più blasonate griffe del Bel Paese. Innanzitutto, continuano la loro esperienza a Valentino gli eredi del mito: Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Picciolo. La nuova proprietà mediorientale di Gianfranco Ferré, inoltre, ha mantenuto al timone il duo formato da Stefano Citron e Federico Poggi. Solida anche Bianca Gervasio per Mila Schön, che a soli 27 anni è diventata il direttore creativo della Maison.
Saldissime – e come potrebbe essere altrimenti? – anche le poltrone ricoperte da Karl Lagerfeld, che sembra intenzionato a non abbandonare Chanel e Fendi.

 

Luca Micheletto