Advertisement
Leggere insieme

Il coraggio di essere responsabili

Marina Petruzio
23 aprile 2016

FullSizeRender

Mai come oggi questo albo illustrato di Carthusia, già intramontabile, sembra necessario. La collana Crescere senza effetti collaterali ideata e curata da Domenico Barrilà, autore psicologo e analista, con Emanuela Bussolati, illustratrice, si arricchisce lo scorso anno, di un nuovo titolo: Il coraggio di essere responsabili.
È la responsabilità che fa del nostro cammino un cammino fianco a fianco e il buonsenso lo strumento migliore per guardarsi accanto.
Inizia così, con due brevi note degli autori, che non introducono solo l’albo, ma uno stile di vita dettato da regole semplici che fanno grandi le persone che le applicano anche solo per fare cose o dir parole che non dovrebbero sembrare così grandi perché normali, invece…
Le buone prassi, le relazioni di cura attuano dei meccanismi a catena che si riflettono sul prossimo, sia esso fratello o sorella o perfetto sconosciuto. Bipede, quadrupede o vegetale. Tendere una mano a qualcuno cambia la vita di molti.
Aiutare per il piacere di farlo, avendo come unico scopo l’aiutare per rendere più confortevole qualcosa a qualcun altro.

1
Il bosco è cresciuto perché le piante più forti sono state responsabili, anche se non ci guadagnavano nulla.
Quale miglior esempio della natura? Di quel perfetto sistema di scambio atto alla crescita di tutti, al mantenimento di un ecosistema che vede i suoi abitanti, animali e vegetali, vivere in comunione: perché la vita di tutti dipende da tutti. Ma per fare questo occorre essere responsabili.
Allora un bosco ed il ciclo delle stagioni possono essere, ancora una volta, il campo di apprendimento più significativo.
Essere responsabili aiuta a crescere, è un dono che un adulto fa ad un bambino. È un’azione che accompagnerà l’individuo per tutta la vita, durante il suo cammino nel quale la relazione con il prossimo e con il mondo circostante sarà determinante alla sua socialità e a quella degli altri. Alla sopravvivenza.
Essere responsabili porta a prendersi cura dell’altro, dove l’altro è anche il mondo che percorriamo, senza chiedere in cambio nulla.
Entrare in relazione di cura significa allungare una mano che quando verrà afferrata renderà felici due persone: aiutare fa sentire grandi e utili, in una parola importanti.
Uno sguardo responsabile significa un pensiero dedicato, la volontà di fare non di guardare e passare perché non ci riguarda.

2

Rispetto e responsabilità, amore per amare, aiutare per essere felici, crescere consapevoli che il prossimo non è solo chi conosci ma anche chi non hai ancora incontrato, che non conosci. Diverso da te, meno abile o abile in modo differente, fortunato a suo modo o sfortunato a cui dare una possibilità, rispetto per sé e per l’umanità di cui è parte.
Accettare un nuovo compagno o una nuova compagna, non gettare sporcizia a terra, non recare danno a cose o persone non è solo buona educazione, ma anche la nostra impronta sul mondo, la firma che noi lasciamo al nostro passaggio.
In questo oggi essere bambini e i genitori di questi bambini non è facile.
Bisogna avere coraggio e un grande senso di responsabilità nei confronti della vita per affrontare la rara miseria di una quotidiana informazione. Di una vita in pace in un mondo in guerra. Millantare la bellezza della natura e ferirla sin nelle viscere.

3

Bisogna avere fiducia nei bambini, insegnare imparando. Avere il coraggio di essere responsabili.
Un albo allegro e colorato che porta a riflessioni profonde, che abbraccia a tutto tondo l’esistenza dei bambini, che porta i grandi a riflettere con i bambini sulla quotidianità di tanti gesti, a mettere in gioco prassi e abitudini. Per parlare di formiche di impronte e di ombrelli…e anche della sorellina o del fratellino noiosi!

 

Il coraggio di essere responsabili
di Domenico Barrilà illustrato da Emanuela Bussolati
Collana: Crescere senza effetti collaterali
Editore: Carthusia Edizioni
Euro: 15,90
Età di lettura: la responsabilità è un viaggio verso gli altri che comincia presto, fin da piccoli e prosegue da grandi per tutta la vita


Potrebbe interessarti anche