Lifestyle 2

Il design tra Parigi e Singapore

Claudia Alongi
25 dicembre 2012

Immaginate un raffinato spazio espositivo di centotrentacinquemila metri quadrati, interamente destinato ai cultori (per fede e/o per professione) del lusso indoor; una finestra internazionale sullo stile dell’abitare contemporaneo.
Adesso convincetevi che a volte la realtà può superare la fantasia.
Sì perché a Parigi, dal 1995, si è insediato in pianta stabile presso il parco espositivo di Paris Nord Villepinte, il Maison&Objet, il Salone Internazionale della moda-casa.
Nato come “Fiera dell’Oggetto” made in France, oggi si configura come un appuntamento fieristico, con cadenza semestrale, irrinunciabile e allettante per i buyers, gli interior designer e gli architetti di ogni parte del globo.
La prossima edizione si terrà dal 18 al 22 gennaio 2013 assumendo la forma di un evento sempre più trasversale che offre ai visitatori la possibilità di curiosare in differenti saloni: Maison&Objet; Scènes d’intérieur; Now! design à vivre; Maison&Objet éditeurs; Maison&Objet-projets; Maison&Objet outdoor-Indoor; Craft; L’espace métiers d’art e Meuble Paris.
La massima espressione in fatto di lusso, design, decorazione e accessori d’arredo, con un occhio attento per creatività e qualità. Il tutto in un’atmosfera multietnica, intensificata dalla contemporaneità con il Paris Design Week e il Paris Des Chefs.
E intanto, fonti interne alla società organizzatrice hanno ufficializzato la volontà di esportare l’innovativo concept del Maison&Objet in Asia, dal 10 al 13 marzo 2014, al Marina Bay Sands Expo di Singapore, che così si appresta a essere fregiata del titolo di Capitale asiatica del Design.
Sono previsti centocinquanta espositori e cinquemila metri quadrati di area. L’idea è di presentare degli espositori della fiera parigina ai quali aggiungere un’offerta locale.
Una prima e timida edizione asiatica che conferma l’anima assolutamente internazionale del Salone e che risponde alle attese di un mercato e di un pubblico non più solamente francese o europeo.
Di certo creatività, apertura e innovazione sono le attitudini del Maison&Objet.

Claudia Alongi


Potrebbe interessarti anche