Musica

Il Festival di Madesimo sempre vincente: apre le porte ai giovani talenti musicali

Alberto Corrado
10 giugno 2014

Madesimo

In tempi di brulicare festivaliero, giova ricordare che ci sono ancora degli appuntamenti che la cultura la fanno sul serio. Cultura con la C maiuscola, come nel caso praticamente unico di un appuntamento dall’11 al 27 luglio, il Madesimo Music Festival, che coniuga ai massimi livelli sedici giorni di concerti, incontri con gli artisti, masterclass, musica nella natura.

Fra gli eventi principali ci saranno come di consueto i lavori del Sony Classical Talent Scout, format in cui chiunque può mettersi alla prova in un vero studio di registrazione incidendo gratuitamente un breve brano, senza limitazioni di repertorio, età dei partecipanti o strumenti. La giuria, chiamata a valutare gli esiti delle sessioni, offrirà al primo classificato la possibilità di tenere un concerto davanti al pubblico del Festival.

Proprio nel segno del linguaggio musicale a tema si connota il cartellone del Festival 2014.

S’inizia il 12 luglio con la cerimonia d’inaugurazione. A seguire un concerto-conferenza dedicato a CPE Bach a cura di Gabriele Toia e Gabriele Formenti per concludersi con conferenza musicale sul tema «La famiglia Ricordi e i suoi talenti» condotta a “sei mani” da Claudio Ricordi, Roberto Plana e Giovanni Gavazzeni.

A seguire, domenica 13 luglio, un importante concerto con Gloria Banditelli e l’Ensemble «Salomone Rossi», che intoneranno i Salmi di Benedetto Marcello durante la S. Messa in Cattedrale.

Dal 14 al 20 luglio si svolgeranno le masterclass gratuite di violino tenute da LydiaCevidalli e quella di pianoforte dedicata al Novecento, a cura di Orazio Sciortino: gli artisti/docenti premieranno i migliori talenti nel corso di due workshop aperti al pubblico (il 18 e il 20).

Il programma del secondo weekend prevede la presentazione dell’ultimo romanzo (con cd) di Angiola Tremonti (presenta Nicola Cattò) e, alla sera del sabato, il concerto-workshop dell’arpista Cecilia Chailly.

Gli ultimi due giorni comprendono un «vagabondaggio» schubertiano con LucaCiammarughi – che ripercorrerà l’estetica del viandante fra i sentieri alpini – e il grande pianismo di Andrea Bacchetti, che regala al pubblico di Madesimo la lettura delle sue famose «Variazioni Goldberg», assieme a pagine di Hasse. La domenica, infine, un altro prestigioso concerto di musica sacra, con Claudio Osele, le sue «Musiche Nove» e il soprano Veronika Kralova.

Il Festival ed il Consorzio garantiscono tariffe e convenzioni estremamente favorevoli negli alberghi del paese, con proposte consultabili, come del resto tutte le altre informazioni, sulla pagina Facebook del festival: Madesimo Music Festival.

Alberto Corrado


Potrebbe interessarti anche