Advertisement
Fotografia

Il made in Italy di Reda e Caravaggio

Valentina Garola
11 settembre 2014

Pituresque (San Gerolamo)

Dal 15 settembre 2014 a Casa Petra, San Paolo, in Brasile, verrà ospitata la mostra Lux et Filum della fotografa brasiliana Monica Silva.

La particolarità di questa personale sta nella moderna rilettura delle opere di Caravaggio: l’autrice cerca infatti di immaginare come il maestro rinascimentale avrebbe dipinto i quadri ai giorni nostri; in questo modo lo spettatore attraversa un percorso espositivo strutturato a specchio tra le opere di Caravaggio e le fotografie di Silva. Si tratta di un vero e proprio confronto vis à vis tra un’opera e un’altra ad essa ispirata.

La peculiarità dello stile di Caravaggio è di rappresentare la reatà in sè, senza finzioni, proprio come la fotografia: ed è per questo che le foto di Monica Slva non replicano le opere dell’artista ma fanno rivivere i medesimi soggetti in paesaggi moderni, offrendo così una propria interpretazione attuale.

Sacro Pasto (Cena di Emmaus)

Reda, azienda italiana biellese nata nel 1865, tra i maggiori player nella produzione di tessuti pregiati in pura lana e con grande esperienza artigianale, ha deciso di donare i suoi tessuti per le fotografie dell’artista brasiliana; in questo modo l’azienda ribadisce il suo essere portavoce dei valori italiani, attraverso la tutela del nostro patrimonio nazionale storico e artistico.

E se la fotografa Monica Silva cerca la perfezione nei suoi scatti, medesimo è il modus operandi dell’azienda biellese che cerca quotidianamente di coltivare e preservare lo stile italiano in ogni sua forma, valorizzando il nostro tanto amato e invidiato made in Italy.

La mostra Lux et Filum rappresenta per Reda un incontro di culture e di gusti che, con un gioco di contrasti, riesce a trovare il suo innato equilibrio, arrivando ad una nuova visione di ciò che può essere l’eleganza.

Valentina Garola


Potrebbe interessarti anche