Advertisement
Children's

Il nuovo lusso a portata di bimbo

staff
12 giugno 2011


L’ultima tendenza delle grandi case di moda sembra essere la creazione di linee dedicate ai bambini. Non importa se ancora in fasce o in età scolare, anche i più piccoli possono vestire abiti firmati, creati appositamente per loro da stilisti di fama internazionale.  Non passa di certo inosservata la campagna Gucci Kids per la primavera-estate 2011: testimonial d’eccezione la cantante Jennifer Lopez e i suoi due gemelli, Max e Emme, per celebrare il lancio della prima collezione bimbo e il sesto anno consecutivo di impegno filantropico della maison con Unicef. La linea, disegnata dal direttore creativo Frida Giannini, è suddivisa in capi baby (0-24 mesi) e junior (2-8 anni) e comprende anche una selezione di accessori, rigorosamente griffati: scarpe, cappellini, ma anche occhiali da sole, gioielli e addirittura cravatte, che strizzano l’occhio alle collezioni per adulti.
Altro pioniere nel campo della moda bimbo è Fendi, che nel 2010 ha lanciato la sua prima collezione junior (2-12 anni) in collaborazione con Simonetta, azienda leader nell’abbigliamento per giovanissimi: il logo del noto marchio infatti è volutamente solo accennato sui capi, ricercati nei dettagli ma attenti alla comodità.
La strada aperta da queste due griffe sembra sarà presto battuta da altri nomi noti della moda, a cominciare da Versace: la linea Young Versace (da non confondersi con Versace Young, la cui produzione è cessata nel 2004) per la primavera-estate 2012 verrà presentata infatti in occasione del prossimo Pitti Bimbo a Firenze, il 23 giugno. Dalle indiscrezioni trapelate sembra che la nuova linea per bambini 0-12 pensata dalla celebre maison si baserà su capi di ispirazione rock, colori accesi e stampe ricercate (non mancheranno la medusa e la greca, simboli storici del marchio).
Persino Lanvin ha di recente annunciato la creazione di una capsule-collection di 25 capi dedicati alle bambine dai 4 ai 10 anni. Per la sofisticata casa di moda si tratta di un ritorno alle origini: la collezione bambina per la primavera-estate 2012 seguirà infatti le linee lussuose e raffinate dettate dagli antichi bozzetti di Jeanne Lanvin, che proprio grazie all’abbigliamento per le più piccole, ispiratole da sua figlia Marguerite, aveva portato al successo la sua attività nel 1908.
Anche gli stilisti americani sembrano non essere immuni dal fascino del childrenswear. Proprio qualche giorno fa Marc Jacobs ha annunciato il rilancio della linea Little Marc Jacobs, dedicata ai bimbi da 0 ai 12 anni. A partire dall’autunno-inverno 2012 il brand entrerà nell’orbita del gruppo CWF (Children Worldwide Fashion), già licenziatario di diversi marchi di alta moda per bambini, come DKNY, Burberry, Chloé, Boss Kidswear, Elle, Marithé+François Girbaud e Timberland. La nuova collezione sarà casual-chic, ispirata alla linea per adulti e verrà distribuita, oltre che dalle boutique del marchio, da selezionati rivenditori: tra questi, Atelier de Courcelles, rete multimarca dedicata al prêt-á-porter di lusso per bambini di proprietà di CWF, che vanta ben 18 punti vendita in tutto il mondo. Lo store di Milano, in via Belfiore, è stato inaugurato nell’aprile 2011.

Martina D’Amelio


Potrebbe interessarti anche