Advertisement

Il nuovo pomeriggio targato Mediaset: flop in arrivo?

Marica Cammaroto
8 aprile 2014

Il-nuovo-pomeriggio-di-Italia-1-1024x579

Tre nuovi programmi nel pomeriggio di Italia Uno ed è subito banalità. È circa un mese che Mediaset ha spiegato una grande campagna pubblicitaria per promuovere le nuove serie che andranno a intrattenere i giovani spettatori di Italia Uno nella fascia pomeridiana, quindi l’attesa era tanta. Queste nuove proposte vanno a sostituire un pomeriggio che era di per sé già ricco e soddisfacente, formato da pietre miliari in tema di serie tv quali “Big Bang Theory”, “Two men and a half” e “How i met your mother”.

I tre nuovi programmi sono in sequenza oraria “Vecchi bastardi”, condotto da Paolo Ruffini, “Urban Wild” condotto da Federico Costantini e infine, ciliegina sulla torta, “Come mi vorrei”, con la sempre presente Belen Rodriguez. Vediamo ora di spendere due parole a proposito di queste grandi novità.

“Vecchi bastardi” era il programma che più ci ispirava: adorabili anziani che si prendono gioco di giovani ignari con scherzi divertenti e insoliti. E fin qui, l’idea sembra interessante. Il problema è che il format non è per nulla nuovo: si tratta infatti di una sorta di “Candid camera show” dove però manca la simpatia trascinante di Ciccio Graziani. I video mandati in onda sono datati e chiaramente “presi in prestito” da emittenti americane o comunque straniere. Insomma “Vecchi bastardi” non è altro che una minestra riscaldata.

big bang theory

Passiamo ora a “Urban Wild”: ancora ci stiamo chiedendo chi sia e con quale criterio sia stato assunto a ruolo di conduttore il signor Costantini. Probabilmente il fatto di essere figlio d’arte (figlio del regista Daniele Costantini) ha aiutato abbastanza. Per quanto riguarda il programma, non si comprende se sia un incrocio tra “Wild” e “Lucignolo” o semplicemente una replica più leggera di “Real tv”. E di entrambe le cose non sentivamo certo la mancanza.

Ultimo ma non meno importante è il programma condotto dalla Rodriguez: “Come mi vorrei” assomiglia ad uno dei tanti format in onda su Real Time o Cielo dove una ragazza scontenta del proprio aspetto o della propria timidezza si rivolge alla dea televisiva di turno per cambiare totalmente la sua vita. Dei tre è quello che probabilmente suggerisce spunti più innovativi, ma niente che non si sia già visto su altre emittenti.

Insomma il bilancio fino ad ora è quello di un flop. Speriamo di ricrederci in futuro e che questo cambiamento, che scontenta molti dei fan delle serie tv più amate del momento, si riveli una buona mossa per il gruppo Mediaset.

Marica Cammaroto