Advertisement
Food

Il Protagonista: La Pastinaca

staff
4 febbraio 2012


La pastinaca è una pianta biennale appartenente alla famiglia delle Apiaceae e caratterizzata da un fusto erbaceo, cavo e angoloso, da radici carnose a fittone e da foglie pennate, profondamente incise e dentate.
La lunga radice bianca, dal sapore acidulo, viene consumata come ortaggio dopo la cottura.
Una varietà davvero particolare nel gusto nonché rara è quella che si consuma nel basso Salento, la cosiddetta “pestanaca”. Coltivata in pochissimi comuni leccesi quali Tricase, Tiggiano e Specchia, questa varietà presenta un colore giallo-viola screziato, molto diverso dall’arancione di tutte le altre carote.
Di sapore dolce, fresco e semplicemente squisito, questo tipo di ortaggio è assolutamente introvabile nel comune mercato agricolo. Fortunatamente questo prodotto, di assoluto pregio varietale e culturale, ha trovato la sua “arca di Noè” nel paese di Tiggiano dove, in occasione della fiera di Sant’Ippazio (che si festeggia il 19 gennaio), è venduto dai contadini della zona. Il mantenimento di questa tradizione è dovuto principalmente alla forte devozione per il patrono “Santu Pati”, protettore delle ernie inguinali e, soprattutto, degli organi genitali maschili. Non a caso infatti, la pastinaca veniva e viene tutt’ora venduta e consumata durante questa antica ricorrenza in quanto simbolo di fertilità e di virilità. Solo così dunque, per spirito devozionale e per antiche credenze, una varietà un tempo diffusa anche in altre aree della Puglia e in tutta Italia trova ancora nel basso Salento una vera e propria isola felice.
Provatela e chissà…forse questa tradizione nasconde un segreto veritiero!

 

Giorgia Assensi


Potrebbe interessarti anche