Advertisement
Green

Il “punto di non ritorno” di Leo di Caprio

Alessandra Buscemi
7 ottobre 2016

174235683-51a8460a-1e7f-4cdd-af98-b1a87760eeff

Succede anche questo, nel clima pre-elezioni presidenziali americane: il presidente e la star si incontrano per parlare di emergenza ambientale. Così Barack Obama ha incontrato questa settimana alla Casa Bianca Leonardo DiCaprio, fresco di presentazione del documentario “Before the Flood”, da lui fortemente voluto per denunciare l’emergenza ambientale del nostro pianeta. Si sa che da tempo DiCaprio sfrutta la sua fama globale per attirare l’attenzione sui problemi ambientali, e per questo nel 2014 è stato nominato Messaggero di pace dalle Nazioni Unite. Ma questa volta l’attore si è impegnato ancora di più: per realizzare il film, diretto dal regista Fisher Stevens, DiCaprio ha impiegato tre anni, viaggiato in cinque continenti e incontrato alcuni dei maggiori scienziati e leader mondiali, tra cui lo stesso Obama, papa Francesco ed Elon Musk, il fondatore di SpaceX e Tesla Motors.

U.S President Barack Obama In Climate Panel Discussion with Leonardo DiCaprio, Dr. Katharine Hayhoe
Siamo in corsa contro il tempo: il clima sta cambiando ancora più in fretta rispetto alle previsioni di cinque o dieci anni fa“, ha detto Obama nel corso di un dibattito assieme all’attore e alla climatologa Katharine Hayhoe. “Non possiamo girare intorno al problema ancora a lungo, o a cercare compromessi con chi fa ostruzionismo o addirittura nega che il cambiamento climatico esista, se vogliamo lasciare alle prossime generazioni giornate bellissime come questa“.
Con il titolo “Punto di non ritorno” il documentario verrà trasmesso anche in Italia il 30 ottobre, in concomitanza con il debutto statunitense, sul canale TV National Geographic.


Potrebbe interessarti anche