Auto

Il ritorno della Mustang

Davide Stefano
23 luglio 2015

_DSC2474.NEF

Parliamo oggi della nuova Ford Mustang: una macchina diversa dalle altre, una macchina che non è un semplice mezzo di trasporto, ma un connubio di passioni e tradizioni portate avanti dal lontano 1964, data di uscita della prima versione.

L’ultima serie prodotta nello stabilimento di Flat Rock nel Michigan, come da copione, è un unione tra lo stile old muscle car con i privilegi della tecnologia Ford. Se infatti si apprezza lo stile anni ‘60 – coupé da una linea molto pulita, senza un utilizzo massiccio di linee di design che favoriscono il Cx, i fari incorporati all’interno del cofano anteriore, quasi nascosti, come la prima serie – all’interno si può godere di tutta la tecnologia Ford, il cui apice massimo è il sistema di infotainment. Basato sul sistema Sync 2 – che troviamo già dalla più sobria Ford Focus -, ci permette d’interagire con i sistemi come navigatore, sistema multimediale, gestione dell’impianto di climatizzazione e di riscaldamento con schermo sensibile al tatto di 8” e include un sistema audio a 9 altoparlanti.

_DSC2450

Un nota di merito lo si deve alla possibilità di settaggio della macchina, che offre quattro personalizzazioni, tra cui comfort, sport, race, e pioggia.

Gli interni sono in raffinata selleria in pelle, sedili anteriori con accurato disegno anatomico, abitabilità posteriore buona per due adulti e una plancia di ottimo disegno e rivestita di materiale gradevole al tatto, con un piacevole inserto centrale in alluminio satinato in cui sono inserite le bocchette di ventilazione.

_DSC2358.NEF

I motori sono stati adattati alle ferree regole di noi europei, così da poter permettere la vendita diretta dai concessionari dell’ovale blu.

Per i puristi del marchio e dello stile corsaiolo consiglio di non leggere le prossime righe, causa rischio infarto. Invece, per chi sceglie una macchina dai consumi pacati e l’utilizzo dei 4 cilindri turbo, consiglio l’EcoBoost da 2.3 litri e 317 cavalli: un motore turbo grintoso e scattante, con una curva di coppia (432 Nm) ampia e lineare. Reattiva quando serve (da 0 a 100 km/h in 5,8 secondi), eppure efficiente nel combinare potenza e consumi (8,0 l/100 km).

_DSC2419.NEF

Per chi invece desidera il classico del classico, potrete udire il suono del V8 5 litri aspirato benzina: uno 0-100 dove bastano 4,8 secondi, una coppia (530Nm), dotato della funzione Lauch Control che permette partenze con gomme fumanti…insomma, sentirete l’intestino salire fino al collo .

Naturalmente, come per tutte le sportive che si rispettano, anche la Mustang prevede l’alternativa convertibile, con una capote in tela ad azionamento elettrico e molto ben insonorizzata, con un sovrapprezzo in più della coupé uguale per entrambe le motorizzazioni.

_DSC2451

Insomma, se prima per sentirci un po’ più vicini allo spirito USA ricorrevamo ad un buon hamburger e a qualche film d’azione dove i buoni e l’eroe vincono sempre, ora la scelta non può che ricadere che sulla nuova Ford Mustang.


Potrebbe interessarti anche