News

In Brasile largo alle imprese made in Italy

staff
21 settembre 2012

Un’indagine sul Brasile in grado di mostrare le potenzialità di espansione nel Paese per le aziende del fashion made in Italy: questo il frutto del monitoraggio, iniziato nel 2007, da Sistema Moda Italia, in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico e l’ex Ice, presentato da Future Concept Lab e Coletivo Frescobol a Milano. I brasiliani amano la moda italiana e fare shopping nei grandi centri commerciali o su internet. I fatturati più alti si registrano nel womenswear, ma anche la moda bambino è al rialzo. Negli ultimi cinque anni la produzione in Brasile è cresciuta del 100%; la classe media e i consumi di abbigliamento hanno registrato alti tassi di crescita (per l’abbigliamento si parla di circa 32 miliardi di euro per il 2012). Tenuto conto di questi dati, le aziende nostrane dovrebbero puntare ad espandersi sul territorio, dislocando almeno parzialmente la produzione, con prodotti evocativi del made in Italy, magari artigianali, lontani comunque da un settore lusso che attira maggiormente le popolazioni europee. Un mix di approccio etico e sistematico, che conquisti gli oltre circa 30 milioni di italiani in Brasile e il resto degli abitanti, che mediamente si attesta in un’età tra i 15 e i 40 anni. Un popolo giovane e dinamico, che risiede soprattutto nelle grandi città come San Paolo e Rio de Janeiro, e segue la moda con costante (e crescente) attenzione.

 

Carlotta Bianchi


Potrebbe interessarti anche