Design

Inaugurato il nuovo Unicredit Pavilion a Milano

Davide Chiesa
25 agosto 2015

unicredit pavilion1

Poco distante dall’UniCredit Tower, il grattacielo più alto d’Italia, in piazza Gae Aulenti al numero 10 è stato inaugurato l’UniCredit Pavilion: è il nuovissimo centro polifunzionale di Milano nato dalla prolifica e inventiva mente di Michele De Lucchi. Il nuovo centro polifunzionale, affacciato sui Giardini di Porta Nuova, è stato aperto il 20 luglio scorso con il taglio del nastro alla presenza di Giuseppe Vita, Presidente UniCredit, Federico Ghizzoni, Amministratore Delegato UniCredit, Roberto Maroni, Presidente Regione Lombardia e dello stesso Architetto Michele De Lucchi.

Nel pieno del semestre di Expo, la vernice ha potuto contare su ospiti di grande calibro ed in particolare dello chef stellato Carlo Cracco, che ha collaborato con l’artista Dorothée Selz per la realizzazione del progetto “Nutriamo la Fantasia”, che ha portato alla luce quattro sculture commestibili ad immagine e somiglianza dello stesso Pavilion.

Pavilion che è al contempo un auditorium, un edificio per eventi, meeting e conferenze e un luogo di esposizione di opere d’arte, sviluppandosi su tre livelli: l’Auditorium, al pianterreno, può ospitare fino a 700 persone, e attraverso una scala elicoidale, darà accesso alla Passerella dell’Arte, un sistema espositivo flessibile destinato a mostre temporanee, che potrà essere utilizzato anche per creare percorsi narrativi visuali a supporto delle altre attività ospitate dall’edificio; al secondo livello si colloca l’area Mini-Tree, un asilo nido al servizio dei dipendenti, ma anche aperto alla comunità, per 60 bambini da 3 a 36 mesi; al terzo livello si trova la Greenhouse, location destinata a meeting ed eventi di business.

Dopo l’inaugurazione del 20 luglio e fino al 31 agosto UniCredit Pavilion ospiterà la mostra gratuita “Lo sguardo di…” che espone circa 70 opere della UniCredit Art Collection con una curiosità: le opere sono state selezionate dai dipendenti della banca stessa che sono appassionati d’arte insieme con il contributo della Commissione Artistica interna di UniCredit.
“I semi cadono sulla terra e le radici si infiltrano nel terreno per radicarsi e crescere e vegetare” ha dichiarato l’Architetto Michele De Lucchi durante l’inaugurazione. “I semi hanno una pelle che li ricopre e protegge un cuore vivo, vitale, fertile. C’è dentro l’essenza della vita e la magia di quelle materie che si trasformano e rigenerano quello delle quali sono state generate. Questo seme è oggi un edificio, di legno, giustamente, al bordo di un grande parco cittadino. Il volume arrotondato del seme è collocato in fronte alle alte torri di vetro specchiato e le sue curve morbide sorprendono in mezzo alle linee ortogonali e secche degli edifici adiacenti. Si capisce subito che non è né un condominio né un edificio da uffici e si memorizza con la forza emozionale di un monumento, un simbolo tra la natura del parco e gli uomini dei grattacieli.”

Davide Chiesa
www.davidechiesa.com