Cinema

Inside Out: il viaggio attraverso le emozioni di Pixar

Giorgio Raulli
24 settembre 2015

Inside-Out

La giovane Riley, costretta a trasferirsi con la famiglia dal Minnesota a San Francisco, deve fare i conti con le emozioni che guidano la sua vita: Gioia, che è il motore del gruppo e mantiene tutti attivi e felici, Paura, Rabbia, Disgusto e Tristezza che, con il suo pressante e continuo malessere, rappresenta spesso un problema per Gioia. Qualcosa però stravolgerà gli equilibri, proprio quando Riley inizierà a far sentire i primi segni dell’adolescenza.

Il nuovo film della Pixar, diretto da Pete Docter (già autore di Toy Story e Wall-E, e regista di Monsters & Co. e Up), ci accompagna in un vero e proprio viaggio dentro e fuori la mente umana. E lo fa con grande intelligenza, dimostrando ancora una volta che spesso i film d’animazione, quelli fatti bene, hanno il loro punto di forza nella lettura che se ne può fare da adulti; Inside out infatti può benissimo definirsi una fiaba moderna, in cui dietro personaggi delineati e avventure all’apparenza banali si nascondono riflessioni serie su come possa essere la vita.

7

Vedere personificate le proprie emozioni è senza dubbio una cosa non nuova agli occhi del pubblico, né lo è vedere rappresentati il cervello o i propri ricordi in maniera semplice e colorata. Quello che invece risulta interessante sono le dinamiche rappresentate nella pellicola: si parla di deja-vù, di ricordi base, di inconscio, di personalità, di elaborazione dei sogni, in una maniera tutt’altro che semplicistica, sebbene accattivante e infarcita di gag per i più piccoli.

6

Inside Out sembrerebbe proprio un film sulla crescita e sul cambiamento, sul dare valore alle sfumature e anche sulla personalità: tutte le esperienze e le emozioni provate fin dai primi istanti dopo la nascita sono materiale su cui si edifica la nostra vera essenza. La pellicola, come spesso accade in un panorama cinematografico con più di 100 anni di storie alle spalle, non brilla per l’originalità del suo concept; si scopre però geniale nella sua messa in scena, cosa che solo i bei film sanno fare.

Insomma, l’unione di cuore e ironia della Pixar ha colpito ancora. Inside Out è nei cinema italiani dal 16 settembre, dopo essere stato presentato al Festival di Cannes 2015. Come di consueto al film è abbinato un cortometraggio Pixar, Lava, storia d’amore tra due antichi vulcani.


Potrebbe interessarti anche